Croce Alben (Monte) – Punta Giulia Goccia diRugiada

Croce Alben (Monte) – Punta Giulia Goccia diRugiada

Dettagli
Altitudine (m)
1700
Dislivello avvicinamento (m)
500
Sviluppo arrampicata (m)
150
Esposizione
Nord
Grado massimo
6a+
Difficoltà obbligatoria
6a

Località di partenza Punti d'appoggio

Avvicinamento
Dal centro del paese di Oltre il colle seguire le indicazioni per piste da fondo. Continuare per alcuni km lungo una ripida strada asfaltata che termina in prossimità di un vecchio albergo. Parcheggiare nel grosso piazzale e iniziare a salire la breve pista da sci tenendo i piloni verdi sulla sinistra. Prendere quindi un sentiero sulla destra( a sinistra si va all attacco della ferrata). Il sentiero dopo un breve tratto in piano inizia a salire deciso in mezzo ad un ripido boschetto. Lo si segue facendo attenzione ai bolli rossi. Si esce poi dalla vegetazione e sulla destra risulta visibile il rudere di un vecchio impianto. Il sentiero si sposta a destra della conca e alla sinistra è già visibile la parete nord di punta croce( se non c è nebbia). Si può andare all attacco direttamente per prati e rocce oppure più comodamente si continua per il sentiero verso un colletto, in prossimità del quale lo si abbandona per attraversare molto brevemente una pietraia e giungere alla base della parete. Per esilr traccia si scende costeggiandola e superando gli attacchi di clipper( scritta cl) e di G.M.( targa di metallo) di arriva all attacco della nostra via che si trova un metro a destra di un evidente spigolo alla cui sinistra si apre un canalone( spit evidenti nessuna scritta). In tutto circa un ora.
Note
Bella e breve via su dolomia compatta. In alcuni tratti occorre fare attenzione a grossi massi in posizione precaria.
Chiodata ottimamente a fix distanziati, in media 3/4 per tiro. Possono non fare schifo 3/4 friends medio piccoli.
Tutte le soste sono attrezzate per le doppie.
Descrizione

L1: 5c bello spigolo
L2: 6a placca verticale
L3 6a+ placca verticale
L4 5a facile e breve diedrino
L5 6a+ il tiro più bello. Prima ostico strapiombino e poi stupenda placca molto lavorata. Spit distanti ma possibilità di integrare.
L6 4c facile e breve ma molto estetico permette di arrivare sulla minuscola cima di punta Giulia.
Discesa in doppia sulla via.

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
faregiro
10.07.2020
1 mese fa

Condizioni

Link copiato