Corno (Rocca di) Via Titomanlio

Corno (Rocca di) Via Titomanlio

Dettagli
Sviluppo arrampicata (m)
60
Esposizione
Sud
Grado massimo
5c
Difficoltà obbligatoria
5b

Località di partenza Punti d'appoggio

Note
via d'interesse storico immersa nella falesia.
scenari naturali bellissimi.
protetta con fittoni e qualche vecchio chiodo.
R. Titomanlio - G.F. Negro - 1968
Descrizione

AVVICINAMENTO:
Final Pia – Calvisio – Verzi (ponte sulla destra) dopo un po’ di tornanti si giunge all’imbocco della valletta del Rio Ponci; ad un bivio prendere strada sterrata sulla sx fino a un comodo parcheggio. Seguire un sentierino che scende, guada il rio e risale alla base della Rocca (15 min circa). La via attacca in prosimità di una cengia che sale verso dx (faccia alla parete), a sx di un grande anfratto giallastro. Attualmente l’attacco NON è segnalato da targhette o scritte.

ITINERARIO
L1: salire un’evidente cengia ascendente verso destra poi diritti per alcuni saltini fino alla sosta (4c).
L2: tralasciare a sx gli spit della via “Ipsilon” e salite per alcuni risalti fino ad un ripiano alla base di un grande anfratto giallastro (bellissimo!) dove sulla dx si trova la sosta (4c e 5a)
L3: salire il muro verticale di destra (5b); il tracciato originale credo vada a dx deviando su un’esposta cengetta fino ad un albero mentre la variante (quella da noi percorsa) supera direttamente il diedro superiore lungo una fessura verticale (5c sostenuto) fino alla sosta.

DISCESA:
con una prima doppia si arriva alla S2 poi, se di dispone di due mezze corde, con un’altra doppia si arriva all’attacco della via. Esiste(va) anche un sentiero di discesa a piedi se non conquistato dalla ‘foresta’ mediterranea nel frattempo.

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
castel
08.04.2019
1 anno fa
2 anni fa
4 anni fa
5 anni fa
7 anni fa
10 anni fa
24 anni fa

Condizioni

Link copiato