Civrari (Monte, Punta della Croce) Canale NE e Cresta E

Civrari (Monte, Punta della Croce) Canale NE e Cresta E
La gita
enzo51
3 21/02/2021
Accesso stradale
Stada ben pulita sia che si salga da Almese che da Viu'.

Consiglierei aspettare vada in condizioni per un eventuale ripetizione. Quelle di oggi non erano sicuramente ottimali col rialzo termico che c’e’ stato, complice l’ancora significativa copertura nevosa. Nell’insieme il tutto e’ stato piu’ complicato non tanto a livello tecnico, da scalare c’e’ veramente poco, quanto a livello di resistenza fisica all’inevitabilita’ di dover sfondare e parecchio per ore e ore in un mare di poltiglia.
In sostanza due i saltini di un certo interesse tecnico, ridotti all’osso per la troppa neve che fa apparire piu’ abbattuta la difficolta’ di quella che in realta’ e’. Con condizioni di minor innevamento forse un AD- ci potrebbe anche stare al limite’.
Il secondo saltino gia’ piu’ abbattuto, potrebbe risultare come prossimo passo al seguito del tiro precedente. A monte di esso una piantina nel bel mezzo del canale costituisce un ottimo punto di sosta, per far sicura all’eventuale secondo che sale. L’uscita al sommo sulla sx (si puo’ anche uscire diretti), si impenna un tantino ma con il consistente innevamente attuale non crea alcun problema. Piu’ la fatica a rimanere a galla che un appropriato utilizzo degli attrezzi. La distanza che separa l’uscita dal canale alla punta della Croce , per pendio prima e cresta in seguito e’ notevole ma consigliabile unicamente con condizioni buone di minor innevamento e soprattutto stabile, non come quelle riscontrate oggi, esattamento l’opposto. Un attimo di smarrimento in discesa dal colle Civrari per avvento di nuvole a togliere anche quella poca visibilita’ sufficiente a far capire se la direzione presa era quella giusta a tornare a valle. Ma e’ stato davvero un attimo..l’istante dopo tutto e’ apparso chiaro e nitido compreso il recupero della traccia io stesso battei giorni addietro in un tentativo di salita del canale in oggetto che tralasciai di salire per rischio 3 marcato di caduta valanghe.

Incontrati due giovani escursionisti che rientravano dall’Imperatoria, e un camoscio spiarmi dall’alto appena fuori dal canale.

Link copiato