Ciriegia (Cima di) Canale NO del colletto 2580 m e contrafforte NO

Ciriegia (Cima di) Canale NO del colletto 2580 m e contrafforte NO
La gita
tuttobuono
4 06/06/2020
Accesso stradale
da Terme di Valdieri al Piano della Casa il fondo stradale è piuttosto sconnesso, consigliabile auto alta o fuoristrada

Salita effettuata dopo aver risalito il canale NO alla q.2521 (itinerario 65367 di Gulliver).
Colgo l’occasione per recensire l’itinerario, non avendolo trovato nel database di Gulliver. Lo ritengo infatti un percorso consigliabile, che costituisce un accesso lineare ed elegante alla vetta principale della Cima di Ciriegia, magari da abbinare (come abbiamo fatto noi) al canale NO alla q.2521, rendendo la gita più completa e alpinisticamente più interessante.
Ottime condizioni generali dei canali in zona, anche se la neve è presente in quantità inferiori rispetto all’anno scorso.
Comoda salita lungo il bel sentiero fino all’inizio del vallone superiore di Ciriegia, dove deviamo a sinistra e risaliamo il conoide del canale NO alla q.2521, purtroppo già non più innevato (il conoide). Raggiunto l’inizio del canale, ottima neve, poco rigelata ma sempre portante, fino in cima. Fatta la variante più ripida a destra (tutto ben coperto, tranne pochi metri in uscita).
Data l’ora mattiniera e la splendida giornata di sole, decidiamo di proseguire per la vetta principale del Ciriegia. Scendiamo sul versante sud ovest per comode terrazze erbose (neve completamente assente) e iniziamo a traversare su detriti verso la testata del vallone. Senza raggiungere il classico canale NO che si incunea tra la Cima Ovest e la Cima Centrale di Ciriegia (itinerario 63408 di Gulliver), per il quale avremmo dovuto proseguire la faticosa traversata su detriti oppure scendere sul fondo del vallone ancora innevato, veniamo attirati dal bel solco nevoso che, proprio davanti a noi, risale ad un marcato intaglio del contrafforte nord ovest.
Lo risaliamo sul versante sinistro orografico (quello destro genera un ramo separato che in alto muore su pendii erbosi) ancora su ottima neve, nonostante sia ormai in pieno sole, e raggiungiamo velocemente l’intaglio e da lì, lungo il contrafforte completamente asciutto, la Cima Centrale e, in breve, la Cima Est, la più elevata.
Splendido panorama su entrambi i versanti di questo settore delle Alpi Marittime, anche se cominciano ad arrivare le nubi.
Discesa lungo la via normale alla Cima Ciriegia (cresta sud ovest), transitando anche per la vetta Ovest (da dove, per calare al Colle Ciriegia, è meglio tenersi sul versante francese, piuttosto che seguire integralmente la cresta che, in basso, presenta diversi risalti).
Quindi veloce discesa lungo il Vallone di Ciriegia, ancora innevato (neve più molle, ma ancora portante, nel primo pomeriggio).

Bella gita in luoghi selvaggi e solitari che amiamo molto, in compagnia di mia moglie Paola e di Alberto (GM Genova).

Link copiato