Cornetta (Cima) – Carpe Diem

Cornetta (Cima) – Carpe Diem

Dettagli
Dislivello (m)
600
Quota partenza (m)
943
Quota vetta/quota (m)
2054
Esposizione
Nord
Grado
D

Località di partenza Punti d'appoggio
Nessuno

Avvicinamento
Il percorso parte dai Piani Bassi di Valtorta, una spianata che ospita il villaggio turistico, denominato “Villaggio Olimpico”.
Parcheggiare l’auto nei pressi di uno spiazzo e prendere la strada (agrosilvopastorale con divieto d’accesso) che passa dietro le abitazioni.
Al tornante poco dopo che la strada è diventata sterrata prendere il sentiero per i Bruciati, cartello CAI.
Dopo circa 150 metri quando il sentiero gira a destra in salita proseguire diritti per tracce fino a incontrare il grande gerone. Risalirlo senza strada obbligata (rari ometti) avendo cura di prendere le diramazioni principali e di sinistra. Superare due salti rocciosi (III e IV) entrambi aggirabili per canale sulla sinistra.
Dopo il secondo salto la pietraia diventa rettilinea. Risalire il canalone che porta prima a un restringimento tra due pareti (le “Termopili”) e poi da una caratteristica falesia semicircolare da superare a destra.
Tempo di avvicinamento: 1.30/2 ore dalla macchina.
Note
Scalata su terreno misto con passi fino al M4, tratti ripidi su ghiaccio e neve pressata fino a 70° con numerosi risalti più ripidi.
Proteggibilità R2.
Sviluppo circa 600 mt.
In via non è stato lasciato nulla.

Materiale: normale dotazione alpinistica invernale, friends e chiodi da roccia.
Descrizione

Superata la falesia circolare proseguire diritti per canale fino ad un diedro roccioso che sbarra la strada.
Qui attacca la via. Risalire il diedro per qualche metro e poi dopo aver superato una placca, entrare nell’evidente canale che obliqua verso destra. Traversare sempre verso destra e poi a sinistra puntando un evidente diedro fessurato.
La via “Pozzi-Valvassori ’34” risale questo diedro verso sinistra, mentre “Carpe Diem” prosegue diritta con andamento logico e continuo fino alla delicata uscita sulla spalla destra della cima.

Discesa:
Dall’uscita traversare il pendio e scendere verso ovest (Campelli) fino al vallone da fino a incrociare il sentiero CAI n.103/A che riporta alla mulattiera e quindi alla partenza.

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
Storico:
Via di misto aperta il 16-02-2020 da
Centurioni Federico, Consonni Andrea, Edoardo Bruni.
centurioni93
29.08.2020
7 mesi fa

Condizioni

Link copiato