Bonalè o Bonalex (Aiguille de) Via Normale da Planaval

Bonalè o Bonalex (Aiguille de) Via Normale da Planaval
La gita
erba-olina
4 06/08/2013

Itinerario piuttosto faticoso che alterna tratti quasi pianeggianti ad altri molto ripidi, su terreni diversi (dal pendio erboso allo sfasciume, talvolta attraversato dalle odiate rigole, fortunatamente non profonde), comunque fuori sentiero dall’Alpe Bonalè in poi (visto qualche ometto solo nel valloncello che adduce al colle). Nevai nelle zone in piano, alla base del primo ripido pendio erboso sotto la Bonalè e nella conca sottostante il colle. Percorso il camino passando uno alla volta, ad evitare di essere a tiro pietrame di varia grandezza (casco utile) e predisposta una corda fissa soprattutto per agevolare la discesa (grazie Mauro!) ancorata all’unico masso stabile all’uscita del canale (a sx salendo). Ritorno al meraviglioso pianoro del torrente Grande Eau (che non vuole lasciarsi guadare molto facilmente) tenendoci più a dx rispetto all’andata, per pendii apparentemente più dolci (vero solo in parte) e ricongiungendoci al sentiero sotto l’Alpe Bonalè. Partenza molto mattutina per contrastare la tendenza temporalesca pomeridiana (qualche tuono ma niente pioggia), peccato per i panorami un po’ compromessi.
Fioritura molto abbondante e variegata (gigantesche le stelle alpine), ambiente aspro e desolato nella parte alta (sarà stata la nebbia?), poche persino le tracce della presenza di animali. Montagna dalle forme eleganti e dal fascino malinconico.
E’ stato collocato un libro di vetta poco sotto l’ometto un mese fa, da allora eravamo i primi salitori, sembra!

Con Tiziana, Mauro e Roberto: per coronare la bella gita, ci siamo dati (una volta tanto!) ai piaceri della buona tavola al ristorante La Jolie Bergere di Planaval: ottimi i taglieri di salumi e formaggi, consigliabile.

Link copiato