Bismantova (Pietra di) Via del Diedro

Bismantova (Pietra di) Via del Diedro

Dettagli
Altitudine (m)
881
Dislivello avvicinamento (m)
30
Sviluppo arrampicata (m)
120
Esposizione
Sud
Grado massimo
6a
Difficoltà obbligatoria
5c

Località di partenza Punti d'appoggio
Rifugio della Pietra, Foresteria

Note
Roccia discreta in via, instabile appena fuori. Alcune scaglie da ripulire. Via poco ripetuta e assolutamente da non sottovalutare. Usati gradi da falesia, ma trattasi di una via dal sapore spiccatamente alpinistico.

Ricordo che la Pietra di Bismantova è una roccia un po' particolare con la quale occorre prendere confidenza (disclaimer per chi non c'è mai stato e vuole venire a provare).
Avvicinamento
Dal parcheggio si segue per la Ferrata degli Alpini (visto il recente crollo, occhio a dove si puo passare), si supera la Oppio e si arriva al settore Pornografie. Alla base scritto ma poco leggibile "via del diedro"
Descrizione

L1: 30m, 5c, Salire dritto per pilastrino poi diedro-fessura aperto. Ben protetta a fix e ferle resinate (monotiro). Sosta FIX+catena (appesi),
L2: 35m, 5b, Salire dritto per placca delicata e friabile, poi subito a dx, seguendo il magnifico diedro-fessura che termina in un breve strapiombino. Appena dopo sulla destra su comodo terrazzino per sosta. Buone protezioni a fix ma distanziate. Sosta FIX
L3: 30m, 6a, Tiro chiave spesso bagnato. Dritto per placca poi seguire la fessura che piega in modo obliquo verso sinistra, magnifico diedro leggermente strapiombante e tecnico. Uscire obliquando, ignorare la sosta a destra e continuare leggermente verso sinistra su pilastrino facile, ma sprotetto e friabile. Sosta fix+catena. Tiro poco protetto con chiodi o fix ø8 vetusti e con difficoltà obbligatoria (a dirla tutta, mi sa che a breve tutto questo tiro crollerà)
L4: 15m, 5a, Tiro di trasferimento, affrontare lo strapiombo a sinistra della sosta, 3m, poi uscire verso sinistra su pilastrino facile ma sempre sprotetto e friabile. Sosta FIX+catena
L5: 35m, 5c, Traverso di 5m verso sinistra sotto ai rovi, friabile ed esposto (1ch). Si affronta il diedro dalla base, lo si risale con primi passi strapiombanti e coi rovi che danno parecchio fastidio. Poi le difficoltà calano, si devia leggermente a destra, fino ad arrivare a una zona facile ma sporca di terra e detriti (sosta intermedia possibile) e poi su dritti verso il colatoio della sommità. Uscita tramite camino in mezzo agli alberi. Sosta su albero.

Discesa per comodo sentiero.

Possibilita di ritirata: dopo il terzo tiro può risultare difficile calarsi in doppia.

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
pelle2005
25/04/2015
6 anni fa
Link copiato