Bismantova (Pietra di) – Via Zuffa-Lenzi alla sud

Bismantova (Pietra di) – Via Zuffa-Lenzi alla sud

Dettagli
Altitudine (m)
1050
Dislivello avvicinamento (m)
50
Sviluppo arrampicata (m)
120
Esposizione
Sud
Grado massimo
6a
Difficoltà obbligatoria
5c

Località di partenza Punti d'appoggio

Note
Via recentemente riattrezzata, ben chiodata a spit ravvicinati. Paragonabile alla vicina Zuffa Ruggero, forse un poco più sostenuta, merita di diventare una classica della parete.
Avvicinamento
Dal Piazzale seguire la scalinata e al rifugio girare a sinistra prendendo il sentiero per la vetta. Appena si arriva a lambire le pareti, prendere il sentierino che le costeggia a destra e salire prima possibile sotto le rocce. L'attacco è sull'estrema sinistra del settore di falesia Gabri, evidente linea di diedri e scritta alla base.
Descrizione
  • 1 tiro: bel diedro fessurato. Proseguire oltre la sosta del monotiro affrontando la placca a destra (più facile stando nel diedro erboso con vecchio chiodo) fino alla sosta. 5c, 40 m
  • 2 tiro: seguire il diedro in questo tratto più appoggiato e un po’ disturbato dall’erba. Spostarsi a sinistra per aggirare un tratto strapiombante e proseguire lungo la bella fessura, via via più difficile. 5c/p 6a, 35 m
  • 3 tiro: superare atleticamente la strozzatura con l’alberello (molto utile!) dunque con passi delicati (attenzione alla roccia!) spostarsi a destra e sostare sotto uno strapiombo. 20 m 5c/p 6a
  • 4 tiro: uscire a destra aiutandosi col bordo dello strapiombo (roccia delicata…), dunque per facile rampa erbosa prima dritti poi a sinistra per canale erboso fino alla vetta. 30 m, p 4c poi I
Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
Storico:
Giancarlo Zuffa e Nino Lenzi, 17 maggio 1969
lucai
16/06/2021
4 mesi fa
Link copiato