Ben Nevis Green Gully

Ben Nevis Green Gully
La gita
orobicando
5 23/02/2018
Accesso stradale
North face car park
Condizioni ghiaccio
Ottime
Tipo ghiaccio
Alpine ice; dry water ice

Voglio innanzitutto ringraziare Mirco (alias Mirco89 su on ice) per avermi proposto di partecipare a questa fantastica avventura in terra straniera.
Il famoso misto scozzese, molte sono le voci di vie dure, salite nella tempesta, su ghiaccio sottile, con protezioni e soste scarse e spesso aleatorie.
Per di più le condizioni fisiche non sono certo delle migliori: influenze, malanni vari e scarso allenamento hanno accompagnato un inverno magro.
Ci sembra quindi sensato non esagerare con il grado e piuttosto vedere come sono le condizioni, nostre e della montagna.
Lungo avvicinamento fino alla CIC Hut (circa 2h dal North face car park) e poi 40min all’attacco.
Partiamo con Green gully: una via classica incassata nella parete ovest di The Comb, il grosso triangolo roccioso tra Point 3 gully e Point 4 gully (IV, 4 – I gradi scozzesi sono diversi dai nostri).
Dopo l’ultimo tratto di ghiaccio, proseguo su crestina espostissima e con neve non compatta, sono almeno 20m fuori dal rinvio e qui finiscono le corde! Mirco capisce la situazione e parte in conserva, arrivo sotto la cornice che rivela in un’uscita un paio di metri in strapiombo espostissimi: sosta su due viti corte e due chiodi da roccia picchiati nel ghiaccio, la rinvio e con due passi delicati sono fuori sul plateau sommitale.
Rapido faccio sosta su picche e recupero Mirco. 80m
Felicissimi in pochi min raggiungiamo la cima.
Ambiente eccezionale, sole e vento sulle highlands.
Con Mirco. Marco e Sara su Number 4 gully.
Sotto Fotoreport

Link copiato