Baus (Il) Sperone della solitudine

Baus (Il) Sperone della solitudine
La gita
pavo67
5 26.07.2020

Da segnalare recente restyling della torre Patrizia con soste a spit + anello e qualche spit in via di orientamento e protezione consentendo una progressione più sicura su questa bella parete. Attacco evidente per spit con cordino blu e ometto. Lo sperone della solitudine non è stato riattrezzato ed è nella condizione originaria, qualche raro chiodo di via e spesso soste da attrezzare.
Una nota sul dodicesimo tiro ( dopo la cresta facile di 120 metri): raggiunto il colletto si scende a sinistra( faccia a monte) il canale una dozzina di metri per sfasciumi facili arrivando all’attacco di un diedro canale, spesso umido(qualche ciuffo d’erba) , posto a sinistra di un altro diedro, più aperto e più ampio. Da qui il tiro di 50 metri è impegnativo, continuo e senza protezioni in posto ma con buone prese per le mani. In sintesi una via di un certo impegno, a mio avviso maggiore rispetto, ad esempio allo Sperone Campia all’Argentera.
Noi abbiamo optato per il bivacco ai piedi della parete il primo giorno; partenza leggeri il secondo e recupero degli zaini al ritorno passando da passo della Culatta+ passo del Brocan ( possibile sentiero in costa senza perdere troppa quota) e discesa verso il Genova(lunghetta…)

In compagnia col grande Bonko a cui la sorte ha destinato tutti i tiri migliori( per mia fortuna :-))

Link copiato