Bastalon (Casotto del PNGP) da Chiapili di Sopra

Bastalon (Casotto del PNGP) da Chiapili di Sopra
La gita
laika58
4 12.04.2014
Accesso stradale
strada pulita sino alla sbarra dei Chiapili Superiore
Osservazioni
Visto valanghe a pera esistenti
Neve (parte superiore gita)
Primaverile/trasformata
Neve (parte inferiore gita)
Primaverile/trasformata
Quota neve m
1900

Alla partenza da casa la giornata non promette nulla di bello, nuvole basse e minacciose, e la situazione rimane inalterata sino all’uscita della galleria di Ceresole, dove si apre una giornata spettacolare con le tre levanne già illuminate dal sole, lasciamo l’auto alla sbarra dei Chiapili e partiamo, le ciaspole attaccate allo zaino, seguendo in parte la strada ed in parte la mulattiera reale, superato il bivio per il vallone del carro, proseguiamo sulla mulattiera reale, sino a giungere sotto la famosa scaletta, iniziamo la ripida salita cercando di evitare il più possibile la neve che è durissima (difficile da scalinare), a questo punto calzate le ciaspole risaliamo sul ripido tagliando diversi tornanti sino a confluire nuovamente sulla mulattiera che a questo punto attraversa con un diagonale verso destra risalendo la bastionata rocciosa, breve pausa acontemplare il sempre slendido panorama e continuiamo per pendii meno ripidi sino ad arrivare in vista della strada del Nivolet, a questo punto abbiamo piegato a destra e con un lungo traverso su pendio molto ripido e neve dura, siamo giunti al casotto Bastalon,un vero nido d’aquila affacciato sul vallone del Carro e la valle di Ceresole – Pausa fotografica e di contemplazione -Siamo poi ripartiti seguendo le tracce dell’andata sino a confluire sulla strada del Nivolet, di qui siamo scesi con percorso diretto lungo il pendio, tagliando i tornanti sino a giungere sulla diga del lago Agnel, breve risalita alla selletta che divide dalla diga del lago Serrù e siamo scesi lungo l’ampio pendio innevato raggiungendo il Serrù dove abbiamo incontrato una furbissima volpe – Pausa pranzo alla chiesetta e rientro lungo la strada chiudendo l’anello

Oggi in compagnia dell’amico Dario

Link copiato