Arietta (Colle dell’) da Lillaz a San Besso e ritorno

Arietta (Colle dell’) da Lillaz a San Besso e ritorno
La gita
airin
5 29/08/2021
Accesso stradale
Parcheggio a Lillaz (strisce bianche)

Effettuato traversata da Lillaz a Campiglia, senza ritorno.

Il percorso e’ quello dell’AV2 che si inoltra nel vallone dell’Urtier, e che si abbandona a quota 2470 ca, dove si imbocca il sentiero 13B sulla destra. Seguendone il tracciato, ci si dirige verso l’imbocco del vallone della Nouva, sotto la bastionata dei laghi Miserino. Tralasciato il bivio per i laghi, il 13B risale la costa Gratton con traccia evidente e tacche gialle. Dalla quota 2690 ca il percorso diventa poco piu’ di un’esile traccia nella scoscesa pietraia, di progressione non sempre agevole, con poche ma utili tacche gialle e ometti. Da percorrere con attenzione, anche per i possibili crolli nel tratto in alto a sinistra sotto le rocce.

Discesa senza nessuna difficoltà oggettiva, addirittura un tratto attrezzato con catena (quasi superflua), e frequenti bolli bianco-rossi nella pietraia. Dall’alpeggio Arietta, causa nebbia sempre opto per la discesa diretta sul Pian d’Azaria (sentiero 624).

Circa 1400 m D+, 1600 m D-, sviluppo stimato ca 25 km

Incontrato un runner di Castellamonte al colle, e un ragazzo in procinto di prendere il sole sulla gran pietra piatta a Pian Polenta. Entrambi saliti da Campiglia. Parecchia gente al Pian d’Azaria e a Campiglia.

Notevole lo stacco tra il soleggiato versante VdA – cielo azzurro, turisti con e-bikes sulle poderali dall’altro lato del vallone (in salita per una polenta al rifugio?) – e quello selvaggio Piemontese. Qualche camoscio sotto il colle lato Valsoana, che han gentilmente smesso di scaricare pietre al mio passaggio.

Link copiato