Cornour (Punta) da Giordano per cresta NE

La gita

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle

osservazioni :: nulla di rilevante

neve (parte superiore gita) :: Primaverile/Trasformata

neve (parte inferiore gita) :: Primaverile/Trasformata

quota neve m :: 1500
Condizioni della neve ideali per una salita in sicurezza e senza fatica eccessiva. Poca rispetto alla stagione (condizioni primaverili) e sempre ben portante grazie alle velature che hanno evitato lo "smollarsi" del manto nevoso nelle ore più calde, ha favorito una piacevole salita e discesa.
Gita con uno sviluppo sostenuto (19 km) e che richiede gamba ferma nel tratto di cresta (in ogni caso mai difficile soprattutto se fedeli alle sempre ben visibili tacche di sentiero) è consigliabile, per essere affrontata in tranquillità, con un buon allenamento alle spalle ed un minimo di esperienza di misto pregressa.
Un ringraziamento al compagno di gita "tuppa" che mi ha aiutato a mantenere il sangue freddo e i santi in cielo in alcuni passaggi di misto un po' troppo adrenalinici per i miei standard invernali.

In ogni caso rimedio la prima esperienza invernale dal sapore alpinistico ed un bel buco nella gamba causato da un rampone. Tanta roba!!!

Gita caricata il 17/02/20

Le foto

Gruppo del Viso e dito sulla telecamera
Cresta NO da affrontare
Viso e Curnour
Conca dei 13 laghi
Testata della Val Germanasca
Descrizione completa dell'itinerario

Caratteristiche itinerario

tipo itinerario: attraversa pendii ripidi
difficoltà: BRA :: F+ :: [scala difficoltà]
esposizione: Varie
quota partenza (m): 1495
quota vetta/quota massima (m): 2868
dislivello totale (m): 1373