Mares (Cima) da Canischio

La gita

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle

osservazioni :: nulla di rilevante

neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta

neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) umida

note su accesso stradale :: Strada pulita sino alla Cappella Madonna della Neve

quota neve m :: 1000
Oggi con il pericolo valanghe molto elevato, decidiamo per una gita tranquilla in zona - Siamo saliti da Canischio sino alla cappella della Madonna della Neve, abbiamo lasciato l'auto appena sopra in una curva - Di qui seguendo la poderale con dei tagli nel bosco abbiamo raggiunto il pianoro superiore dove lo sguardo si allarga dal monte Soglio alla pianura ed alla nostra cima - Di qui in avanti abbiamo continuato a seguire la poderale, ma il vento della notte precedente aveva creato degli accumuli veramente notevoli, si sprofondava sino oltre al ginocchio, abbiamo fatto non una traccia ma una trincea in diversi punti per salire, comunque alternandoci nella battitura siamo arrivati sino al di sotto dell'ultimo ripido pendio (che deve essere valutato sul posto a seconda della neve, per possibili distacchi e come oggi il vento aveva creato un pendio unico e ripidissimo, la strada non era più visibile), con molta attenzione e fatica abbiamo risalito il pendio raggiungendo la chiesa - rifugio di San Bernardo - Breve pausa fotografica e siamo ripartiti lungo la dorsale che con molto spostamento ci ha portati a raggiungere cima Mares sormontata da un grosso ometto e una croce - Panorama dalla vetta impagabile su tutte le cime del Gran Paradiso e la pianura, e grazie al cielo terso visibili le alpi marittime e gli appennini - Pausa pranzo presso la chiesa - rifugio di San Bernardo - Rientro lungo la traccia dell'andata -E' stata veramente una bella gita, ma molto faticosa con le condizioni attuali



Un saluto all'amico Dario che quando è ora di soffrire è sempre in prima linea



Gita caricata il 28/12/13

Descrizione completa dell'itinerario