Termier (Tour) Treize a la douzeine

difficoltà: 6a / 5b obbl
esposizione arrampicata: Sud-Ovest
quota base arrampicata (m): 2700
sviluppo arrampicata (m): 250
dislivello avvicinamento (m): 200

copertura rete mobile
tim : 100% di copertura

contributors: bagee
ultima revisione: 14/10/10

località partenza: Col del Galibier (Le Monêtier-les-Bains , 05 )

punti appoggio: Gite d'etape sulla strada per il Lautaret

bibliografia: Oisans livre Est - Cambon

note tecniche:
E' la via più recente della parete, la più corta fra l epiu facili; perfettamente spittata, servono 13 rinvii e corde da 60 m. per la discesa. Prevalentemente esposta verso O viene raggiunta dal sole piuttosto tardi.

descrizione itinerario:
La via parte 70 m. a monte di Termier-nee, in un diedro camino giallastro con spit cadmiato all'attacco, per appendere gli zaini al riparo dalle marmotte voraci;
sono 8 tiri di difficoltà assai omogenea sul 5+, con qualche passo di 6a, le soste sono su spit da attrezzare;
segue un andamento obliquo verso sin. alternando diedri e placche su roccia, tranne il terzo tiro, che è essenzialmente un tiro di trasferimento verso sinistra; cinque metri a dx della sosta del secondo tiro salgono gli spit di Termier-nee;
poco prima della sosta del quarto tiro, a sin. si vede una sosta di calata; la via finisce 30 m. sotto la cresta che si può raggiungere facilmente con un tiro di III;

Discesa con tre doppie (la seconda di 55 m.) partendo dalla sosta 8 con calata verticale su soste fuori via facilmente individuabili che depositano 60 m. a monte dell'attacco della via.

L1. diritto per rocce fessurate e poi traverso a sinistra su placca verticale (5b e poi 6a)
L2. legg. ver dx su placche con muretti (5c)
L3. deciso traverso a sinistra su cengia con sosta su spigolo aereo (1passo 4)
L4. ancora a sinistra prima in discesa poi diritti su roccia grigia fino a comodo terrazzino (5a e 5c).
L5. diritti placca grigia a muretti fino a sosta sotto il grande strapiombo giallo (5c, 1passo 6a)
L6. a sinistra fino ad aggirare lo strapiombo (5a) poi diritto per dietro fessura (6a) sosta su piccolo ballatoio.
L7. salire il diedro-camino rossastro su roccia un po delicata ed uscirne a destra (spit poco visibile, non adare a sinistra verso chiodo vecchio) e salire la bella placca grigia a canne (5c continuo)
L8. diritto fino a muro aggettante chiaro da superare con aggiramento vs destra salendo poi un po a sin fino alla sosta su terrazzo attrezzata per la prima calata (5c, 1passo 6a+).
L9. tiro facile con 2 spit fino alla cresta (attenzione a non smuovere sassi con le corde. discesa dietro a piedi seguendo gli ometti)