Termier (Tour) Le Ponant neuf

Termier (Tour) Le Ponant neuf

Dettagli
Altitudine (m)
2700
Dislivello avvicinamento (m)
150
Sviluppo arrampicata (m)
300
Esposizione
Ovest
Grado massimo
6a+
Difficoltà obbligatoria
5b

Località di partenza Punti d'appoggio

Avvicinamento
Sulla strada del Col du Galibier parcheggiare in prossimità dell'ultimo tornate a sx prima della galleria.
Dal parcheggio prendere il sentiero verso est verso il traliccio e proseguire fin sotto la Tour Termier. Salire per le pietraie fino all'attacco posto a sinistra di un gran diedro (via Feu Sacrè) e a destra di uno strato orizzontale di roccia biancastra. Fix dorati.
Note
Grande esposizione ed ottima roccia abrasiva.
Descrizione

L0 – tiro facile 15m – 3 (possibile saltare questa sosta ma ….occhio al tiraggio).
L1 – tiro atletico – 30m – 5c/6a
L2 – 6a+ e poi 4
L3 – fino alla cengia, sosta a sinistra su due spit . A destra la sosta di Feu Sacrè – 4c
L4 – seguire gli spit verso destra fino alla grande placca con alcuni passi delicati – 6a
L5 – lunghezza in traverso. moschettonaggi delicati – 5c, 4b
L6 – lunghezza breve (15m) oppure proseguendo leggermente verso destra (48m) – 6a, 5c
L7 – non fermarsi alla sosta per doppia intermedia dopo 20m ma proseguire verso la sosta successiva – 4b, 5c
L8 – anche qui non fermarsi alla sosta per la doppia ma proseguire altri 10m – 6a+
L9 – a scelta il diedro di destra (5c) oppure traversare a sinistra per poi ritornare con una traversata verso destra (6a+)

Discesa in doppia in prossimità della via (alcune doppie cascano a metà dei tiri)
In caso di uscita tardiva o affollamento in parete è molto consigliabile scendere a piedi. Dalla sosta terminale individuare il Col termier (la più bassa sella detritica sulla destra guardando verso NE) scendere con una doppia sul versante opposto (anche possibile scendere disarrampicando) ponendo piede su un pendio spesso nevoso. Scendere verso il colle aggirando sulla sinistra o superando direttamente ripidi nevai alternati a fasce di rocce facili. Al colle si trovano tracce di sentiero, ometti e qualche seno di vernice che portano al canalone sottostante, inizialmente andando abbastanza a sinistra (guardando a valle). Nel canalone tenere il lato destro (faccia a valle). 1h dalla cima, sconsigliabile con nebbia o cattive condizioni sul versante meridionale del colle.

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
Bibliografia:
Michel Cambon: Oisan Nouveau, Oisan Sauvage
pau
04.07.2020
1 mese fa
2 anni fa
3 anni fa
4 anni fa
7 anni fa
10 anni fa
12 anni fa
13 anni fa
15 anni fa
16 anni fa
17 anni fa
19 anni fa

Condizioni

Link copiato