Malapas o Marapas (Rocher de) da Montgenèvre

difficoltà: F   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Sud-Est
quota partenza (m): 1870
quota vetta (m): 2911
dislivello complessivo (m): 1041

copertura rete mobile
wind : 20% di copertura

contributors: maxfield
ultima revisione: 01/09/17

località partenza: Montgenèvre (Montgenèvre , 05 )

cartografia: Fraternali Alta Valle Susa nr.1, Igc Valli di Susa Chisone e Germanasca, Igc Sestriere Claviere Prali

bibliografia: Eugenio Ferreri/ Alpi Cozie Settentrionali parte II SEZ. I Cai 1926. Aruga, Losana, Re Alpi Cozie Settentrionali Cai/Tci 1985

accesso:
Si percorre la Val di Susa sino a Claviere.Raggiunta la frontiera francese di Monginevro , dopo un centinaio di metri svoltare a destra e seguire le indicazioni per il Village du Soleil. Parcheggiare a bordo strada prima che inizi la discesa verso il village, nel punto piu'alto .
Qui si trovano i cartelli indicatori e la strada sterrata che porta alle Grange Les Baisses

note tecniche:
Montagna che si presenta nella forma di castello roccioso dolomitico per chi la osserva dal Col Des Tres Freres Mineurs.
Poco conosciuta e frequentata nonostante le sue forme eleganti, probabilmente per la non buona qualita'della roccia.
Interessante panorama con lo Chaberton, Pic de Roquebrune, Delfinato, Valle Stretta, Gruppo Pierre Menue /Rognosa d'Etache.
Percorso dello sviluppo complessivo a/r di circa 25 chilometri, il tratto che va sino al colle Des Tres Freres Mineurs sale molto regolare
tra praterie e consente un buon riscaldamento. In seguito il terreno si trasforma e diventa detritico con sfasciumi.

descrizione itinerario:
Partendo da Monginevro si percorre all'inizio la comoda strada sterrata che seguendo il vallone raggiunge in circa 30 minuti le Grange Les Baisses mt.2029 (si puo' arrivare qui anche da Claviere per il vallone del rio Secco, superando il torrente dopo l'albergo Miramonti).
Si percorre il lungo vallone erboso che culmina nel col des Tres Freres Mineurs mt.2589 (2 ore).
Da qui si vede proprio di fronte la nostra montagna.Scendere per una traccia di sentiero per circa 80 mt. di dislivello nel vallone sottostante e raggiuntone il fondo svoltare a destra e percorrerlo piu' o meno al centro.Superata la verticale della cima del Malapas,
si punta al colletto alla sua destra, il Pas du Cure' mt.2774 , riconoscibile per una vicina puntina di roccia. Si sale in diagonale ascendente da sinistra verso destra, all'inizio su rocce piu'stabili, poi su sfasciumi piu'mobili. Giunti al colletto si scende per una decina di metri verso Nord nella conca sottostante, poi si svolta a sinistra bordeggiando la cresta est.
Vista dalla conca le cresta appare verticale e franosa, in realta' man mano che ci si avvicina la sensazione cambia.
In pochi passi si raggiunge la cresta est, si nota all'inizio un ometto isolato, poi si sale facilmente tenendosi sempre sul lato settentrionale(destra), a circa meta'sviluppo si evita sulla destra un diedro di colore giallo, si prosegue sempre tenendosi sulla destra della cresta, su uno strano terreno detritico color ocra/nero.
Pochi passi prima della vetta si incontra una facile placca poco inclinata, che si supera al centro raggiungendo la cima del Rocher de Malapas.

altre annotazioni:
Primi salitori ufficiali Eugenio e Giulio Ferreri ,Alfredo Sacchi il 2 Luglio 1922, in giornata salirono anche la vicina Roche de Pres.
In quell'estate del 1922 dopo pochi giorni la cordata Blavet/Negri/Rivera/Santi sali' la cresta Ovest(classificata AD-), mentre nel 1923 la
cordata Bouvier /Scalvedi salì la montagna dal versante sud.
La prima invernale il 4 Gennaio 1942 , Gamna , i fratelli Giraudo e Rivera per la cresta est