Leit, Tremorgio (Laghi) da Rodi - Fiesso

difficoltà: TC+ / TC+ / S3   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Varie
quota partenza (m): 859
quota vetta/quota massima (m): 2251
dislivello salita totale (m): 1400
lunghezza (km): 25
disl. da portare (m): 450

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: sergio meroni
ultima revisione: 21/08/17

località partenza: Rodi - Fiesso (Prato (Leventina) , Leventina )

punti appoggio: Prato Leventina

cartografia: Doc. Top. Cartina Svizzera ( n. 266 Valle Leventina )

accesso:
Da Como si entra in Svizzera - direzione S. Gottardo – uscita Faido, per poi proseguire fino a Rodi – Fiesso.
In Rodi – Fiesso lasciare l’auto al parcheggio della funivia che sale al Lago Tremorgio ( parcheggio libero e non a pagamento – non si può salire con la bike sulla cabinovia ).

note tecniche:
E’ questo un itinerario molto particolare. Se lo si desidera fare, ci si deve avvicinare con una mentalità e una predisposizione alla ricerca di sensazioni che vanno oltre il piacere di andare solo in bici.
Tempo salita fino al passo ( Ore 3,20 - altri 40 minuti per la Capanna Leit)
Impegno fisico. Condizioni eccellenti.
Ottima tecnica di guida per alcuni tratti della discesa a valle tratto (Capanna Tremorgio Rodi –Fiesso).
Itinerario sconsigliabile a principianti della bike.

descrizione itinerario:
Prime pedalate in direzione di Prato Leventina, in uscita da questo abitato, si lascia la strada asfaltata, e si prosegue lungo tornanti che attraversano la pista da sci di questa località, per poi nella parte più alta addentrarsi in uno splendida pineta che si dirada solo in prossimità dell’Alpe Cadonigo. Fino a questa località, la salita non presenta rampe di particolare rilievo e lo sterrato a un ottimo fondo e ben pedalabile. Tutto cambia, dopo la breve discesa che immette alla rampa finale ( Passo Vanet). A prima vista, questo passo, visto da lontano incute apprensione e timore, sembra inaccessibile e difficoltoso da raggiungere, ma poi, avvicinandosi, ci si accorge che è quasi impossibile procedere in sella sulla bike, non per la pericolosità della salita ( assolutamente sicura sotto l’aspetto esposizione del pendio ) ma per il fondo sassoso e in parte sabbioso. Se di qualcosa ci si deve preoccupare, è che ci aspetta una estenuante e impegnativa larga rampa di salita a tornanti, con bike a spinta, di approssimativi 350 m di dislivello finale per arrivare al passo.
Al passo, volendo, per largo agevole e facile sentiero, si può scendere direttamente al Lago Tremorgio.
Se ne avete voglia e desiderio di ampliare la conoscenza di questa parte superiore della valle, dal passo, in 40 minuti di bike a spinta e spallandola per lunghi tratti, potete raggiungere la Capanna Leit e il lago omonimo. Di sicuro, si ha così la possibilità e il piacere di una osservazione più ampia e spaziosa di questa valle laterale della Val Leventina.

Discesa e rientro a valle
Dalla Capanna Leit, con la variante di discesa che parte direttamente dalla capanna, fino alla piana sottostante, si scende accompagnando la bike (impossibile salire in sella) giunti sul pianoro sottostante tutta la piana è ciclabile senza difficoltà di rilievo, poi per largo sterrato la discesa al sottostante lago Tremorgio e scorrevole e di grande soddisfazione. Attenzione! Arrivati alla quota 1927 si lascia il largo sterrato e per facile sentiero ciclabile, si scende fino al bordo del lago, per poi in senso orario arrivare al lato opposto del lago dove si trova un poco più a monte la Capanna Tremorgio e l’arrivo a monte della cabinovia.

Ultima parte della discesa
Dalla capanna, la prima parte della discesa è impraticabile in sella, la parte intermedia richiede una più che ottima tecnica e impostazione in sella, è solo dalla quota approssimativa di 1500 m. che ora la discesa in bike diventa deliziosa e divertente ( rimangono solo all’incirca 550 – 600 di discesa a proprio piacimento.