Sbaron (Punta) e Monte Civrari da Prato del Rio

tipo corsa: traversata
periodo: Primavera ed autunno
esposizione preval. in salita: Sud
quota partenza (m): 1350
quota vetta/quota massima (m): 2300
dislivello totale (m): 1450

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: piedinalto
ultima revisione: 20/03/17

località partenza: Prato del Rio (Condove , TO )

punti appoggio: vari alpeggi

cartografia: Fraternali 1:25000 n.4 Bassa Valle Susa, Musinè, Val Sangone, Collina di Rivoli

accesso:
Salendo da Condove si raggiunge l'abitato di Mocchie e dopo pochi chilometri si trova sulla destra una strada ripida e sinuosa che porta alle varie frazioni. Si lascia la macchina nei pressi dell'abitato di Prato del rio.

note tecniche:
Percorso ben corribile per la regolarità delle pendenze (basse eccetto gli ultimi 400m di dislivello) ed adatto a stagioni non troppo calde per l'esposizione prevalente a sud (eccetto che la risalita al Civrari che è ovest). Complessivamente lo sviluppo è medio. Molto panoramiche entrambe le vette e l'ambientazione per il sentiero balcone è Piemonte old-style.

descrizione itinerario:
Imboccare il sentiero della memoria o alla benemeglio per prati a dx sino ad intersecarlo. Questo passa dai vari alpeggi (A.Croce, Piano Vinassa, A.Donà) all'ultimo dei quali ci si trova su di una strada di servizio: prendere a sx e dirigersi nel vallone col ruscelletto; anche qui basta seguire gli alpeggi per sentiero non sempre evidente fino al colle degli Astesiani. Prima di raggiungerlo puntare verso sx alla evidente cresta sud dello Sbaron e seguirla sino in cima senza percorso obbligato. Da qui ridiscendere sino al colle ed imboccare un sentiero balcone in lieve discesa inizialmente non troppo evidente che punta verso il Colombardo ed il Civrari: perdendo circa una settantina di metri si raggiunge l'Alpe della tomba vecchia e si risale dolcemente sino alla Madonna degli Angeli. Da qui si segue la normale al Civrari. Per il rientro si ripercorre lo stesso itinerario.