Trentapassi (Corna) da Marone per Punta Cunicolo e Monte Vignole

difficoltà: E   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Varie
quota partenza (m): 196
quota vetta/quota massima (m): 1248
dislivello salita totale (m): 1290

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: titty79
ultima revisione: 10/05/16

località partenza: Marone (Marone , BS )

cartografia: kompass 103 le 3 valli bresciane

accesso:
A4, Iseo, Marone. Parcheggio vicino alla Chiesa oppure nei pressi del Comune.

descrizione itinerario:
Lasciata la macchina nei pressi della Chiesa si prende Via Risorgimento costeggiando il Rio Bagnadore; proprio dove la strada si restringe, una palina indica di girare a sinistra seguendo una acciottolata che porta al B&B El Giardì, dove si trova la seconda palina (264) con le indicazioni per la Punta Cunicolo.
Tale sentiero è poco visibile e pieno di rovi, quindi, lo si evita e si prosegue diritto sino ad una vicina Santella, si segue a sinistra la sterrata che sale in moderata pendenza, e dopo qualche centinaio di metri si arriva ad un bivio con un Pannello informativo; su un vicino albero c'e' il cartello con la freccia che fa proseguire sul sentiero scalinato, e che poi si raccorderà con il sentiero 264.
Proprio nei pressi del raccordo con la traccia che sale diretta da Marone, il sentiero ora piega verso destra e sale ripidissimo su un paio di balze erbose cosparse di roccette, fatto questo strappo si spunta su un piccolo spiazzo erboso.
Restando sempre sulla traccia di sentiero, si scende dalla parte opposta portandosi sino alla sottostante selletta, per poi piegare a sinistra e continuare su tretto sentiero a mezzacosta che costeggia la parete della P. Cunicolo.
Passato il traverso, si riprende a salire ripidamente nel rado boschetto, poi si susseguono dei passaggini ripidi su roccette, aiutandosi con le mani, e si raggiunge la punta Cunicolo 1035 mt.
Dalla punta si scende la cresta nord, raggiungendo così il Forcellino del Gadol; si sale un ripido tratto di cresta e si raggiunge la parte di cresta piana che porta alla punta del M. Vignole 1095 mt.
Si prosegue per cresta fino a scendere al Forcellino del Zuf, dove parte l’ultimo tratto di sentiero (205, 265) che fa raggiungere prima l’Anticima Orientale e poi la Corna Trentapassi 1248 mt.
In discesa si oltrepassa l’Anticima Orientale, arriviamo nei pressi di un piccolo dossetto, ed invece di scendere dal sentiero principale,si piega a sx per il sentierino di cresta (erbosa) che ha porta al Passo delle Forcelle di Coloreto, da qua, seguire l’acciottolata (229) che in maniera comoda fa scendere sino a Cusato. Arrivati a Cusato, seguire le indicazioni per il sentiero 229 A, e fatti pochi passi, un ponticello sulla sinistra (indicazioni per Padò) fa attraversare un torrentello per poi immettersi su una strada sterrata, che, prima riporta al Pannello indicativo incontrato all’andata, ed infine, a Marone dove termina il giro ad anello.