Faiallo (Monte) Canale Nord

L'itinerario

difficoltà: PD+   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Nord
quota partenza (m): 650
quota vetta (m): 1139
dislivello complessivo (m): 500

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: giancuni
ultima revisione: 27/02/15

località partenza: Pian degli Asti (Urbe , SV )

accesso:
a) Accesso stradale dalla galleria del Passo del Turchino, si imbocca la strada provinciale SP 73 del Faiallo. Dopo aver oltrepassato il Sacrario dei martiri del Turchino, il Bric Geremia (resti di una antica fortificazione), si continua tagliando il ripidissimo fianco del Monte Dente, per poi discendere di un tornante sul rettilineo denominato Pian d'Asti. Sulle mappe viene indicata la casa Cerusa 944 m., casa diroccata poco visibile.
Al termine del rettilineo, è possibile posteggiare vicino al cartello segnaletico indicante KM 9,00. Dalla parte opposta sul versante genovese sopra Fiorino, vi è un masso roccioso che spunta dall'erba sotto la strada, con la segnaletica dipinta con “rombo rosso incorniciato di bianco”, il sentiero in leggera discesa a mezza costa conduce alla diroccata Cà Piccardo, dove, una volta giunti si possono distinguere nel vallone opposto, in direzione sud, i canali del Faiallo (da me così denominati non avendo altre indicazioni). Per raggiungerli occorre discendere il sentiero zigzagando nella boschina sino al Rio Gardonea a quota +/- di 650 m.(circa 200 m/disl).
b) Accesso stradale da Voltri, vallone Cerusa, Fabbriche, Fiorino.
Dalla chiesa di Fiorino, raggiungere case Soggi (448 m), a mezza costa il sentiero si innoltra nel vallone selvaggio raggiungendo la diroccata cà Spravè (circa 600 m). Continuando sul poco frequentato sentiero si raggiunge il rio Gardonea (come sopra) dove inizia la salita verso i canali.

note tecniche:
Terreno austero di avventura, in parte eseguito il disgaggio e pulito da alberelli per renderlo accessibile in tutte le stagioni. Tratti di roccia bagnati con “leppego”, lasciato n° 3 chiodi nel secondo salto a metà canale, sulla sinistra salendo.
Occorre un minimo di materiale alpinistico quali 30 metri di corda, alcuni moschettoni, cordini ecc.. Alcuni ometti indicano l'acceso al canale.

descrizione itinerario:
Terreno austero di avventura, in parte eseguito il disgaggio e pulito da alberelli per renderlo accessibile in tutte le stagioni. Tratti di roccia bagnati con “leppego”, lasciato n° 3 chiodi nel secondo salto a metà canale, sulla sinistra salendo.
Occorre un minimo di materiale alpinistico quali 30 metri di corda, alcuni moschettoni, cordini ecc.. Alcuni ometti indicano l'acceso al canale.