Rabuons (Refuge de) Chemin de l'Energie da Saint Etienne

difficoltà: BC / OC / S3   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Varie
quota partenza (m): 1161
quota vetta/quota massima (m): 2523
dislivello salita totale (m): 1500
lunghezza (km): 38

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: baloo
ultima revisione: 02/10/13

località partenza: Saint Etienne de Tinee (Saint-Étienne-de-Tinée , 06 )

punti appoggio: Saint Etienne de Tinee

accesso:
dall'Italia si arriva a Saint Etienne de Tinee (bellissimo paesino) passando dal Colle della Lombarda

note tecniche:
Le Chemin è ben ciclabile anche se è esposto e bisogna prestare attenzione (ma è sempre sufficientemente largo e sicuro)
In questo percorso c'è però un portage di circa 450 m di dislivello su sentiero che richiede una 'buona motivazione', ma il resto è tutto ciclabile.
Attenzione perchè il sentiero fa tre passaggi nell'Area del Parco del Mercantour dove è vietato percorrere i sentieri in bicicletta: in questi tratti è comunque tollerata la bicicletta 'non cavalcata' e sarà quindi sufficiente in queste zone spingere la bicicletta.

descrizione itinerario:
Da Saint Etienne de Tinee si risale la strada del Col de La Bonette (che loro dicono sia la più alta d'Europa) per 7 km poi si prende a destra la sterrata chiamata strada dell'acqua, larga e piacevole.
Alla grangia Clai Haute attenzione, se si prosegue su bella strada sterrata a destra non si va da nessuna parte, invece bisogna prendere il sentiero a sinistra che con 450 m di portage ci porta a scollinare proprio nei pressi del Chemin de l'Energie, lungo sentiero praticamente quasi in piano che taglia a mezzacosta; attenzione a non salire troppo partendo dall'ultima palina in legno se non si arriva sopra e bisogna scendere fino a raggiungerlo.
Le Chemin è spettacolare e sempre scorrevole anche se a tratti esposto, ma mai pericoloso.
Arrivati alla balise 103 bisogna tenerla presente perchè è da qui che scenderemo. Però prima è d'obbligo continuare sullo chemin fino al lago di Rabuons e al rifugio di Rabuons, meritata sosta e poi ritorno alla balise 103 per scendere su uno spettacolare sentierino che ci farà perdere ben 1250 m di dislivello con una discesa quasi sempre da manuale (tranne qualche pezzettino un po più ostico dove scenderemo a miti consigli) sino alla nostra auto a Saint Etienne de Tinee .