Intermesoli (Vetta Settentrionale di) da Pietracamela

sentiero tipo,n°,segnavia: Sentieri n° 102-100B-146A
difficoltà: EE   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Nord
quota partenza (m): 1030
quota vetta/quota massima (m): 2483
dislivello salita totale (m): 1600

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: Blin1950
ultima revisione: 12/08/13

località partenza: Pietracamela (Pietracamela , TE )

cartografia: Gran Sasso d'Italia - Club Alpino Italiano - Parco Nazionale

bibliografia: A piedi sul Gran Sasso di Stefano Ardito

note tecniche:
Attenzione: attualmente, proprio all’uscita delle case della parte alta di Pietracamela, vi è una grossa frana, caduta tre anni fa, che ha divelto ogni cosa; il passaggio, a rischio e pericolo di chi lo intraprende, avviene lungo il tubo volante dell’acquedotto.

descrizione itinerario:
Dalla piazza di Pietracamela, salire alla parte alta del paese, seguendo le indicazioni del sentiero segnalato, passata la frana, seguire la sterrata, che a mezza costa, risale il vallone dell’Arno, con sfondo il Pizzo d'Intermesoli a destra.
A quota 1142, a destra si stacca un sentiero, pilone votivo, che con un traverso pianeggiante va ad attraversare su un ponte il Rio Arno e subito dopo un piccolo rio che scende dal versante opposto, ora il sentiero con alcune giravolte risale il pendio e giunge sulla dorsale; seguire ora la traccia su dorsale e quando giunge ad una grossa radura, risalirla sul lato destro ed al termine cercare le tracce di sentiero che tagliano nel bosco ad ovest del dosso boscoso del Colle dell’Asino; si giunge ad una sella nel bosco ed ai bordi di una radura, si piega a destra con traverso si giunge ad una seconda radura aperta verso l’alto risalirla, piccola fonte nei pressi, seguire la traccia di sentiero che si sposta ora a sinistra attraversa un canale erboso e si addentra nuovamente nel bosco con un nuovo traverso, si riesce su prato e si inizia a salire ormai in vista del Picco dei Caprai.
Con numerose giravolte il sentiero risale i pendii erbosi e giunge in un piccolo pianoro con erba alta, sede probabile di un antico stazzo, risalire a monte su pietraia, seguendo dei bolli sbiaditi di vernice gialla, puntando ad una strettoia che a sinistra raggiunge i pianori erbosi superiori.
Ora è ben visibile la cresta alla nostra destra che scende dalla Vetta Sett.le d’Intermesoli; piegando a destra risalire i pendii erbosi che man mano diventano più ripidi, raggiungere una zona della larga cresta formata da grossi blocchi, risalire su prato alla sinistra dei blocchi e puntare alle rocce del profilo di cresta in alto, che si aggirano a destra giungendo ad una piccola sella erbosa alla base della larga cresta detritica finale.
Seguire la traccia che si inerpica fra massi e detriti e giunge ed un piano pietroso a grossi blocchi alla base della vetta, aggirando i blocchi in breve si giunge alla croce metallica della vetta. Discesa sullo stesso percorso di salita.