Bassura (Monte) dal Villaggio Primavera

tipo itinerario: in canalone
difficoltà: BR   [scala difficoltà]
esposizione: Nord-Ovest
quota partenza (m): 1450
quota vetta/quota massima (m): 2663
dislivello totale (m): 1250

copertura rete mobile
vodafone : 40% di copertura

contributors: pulici
ultima revisione: 05/06/13

località partenza: Villaggio Primavera (Argentera , CN )

cartografia: IGN 1:25000 Valle Stura

accesso:
Strada SS Colle della Maddalena - valle Stura, fraz. Villaggio Primavera

descrizione itinerario:
Dal Villaggio Primavera percorrere la pista del vallone Forneris fino al suo termine (vasta conca erbosa). Si traversa il rio che scende da Ferrere, poi con comodo e morbido sentiero con millanta svolte si supera il marcato salto del Forneris fino all'ameno ripiano superiore, dove poco dopo si incontra un ponticello di legno da attraversare per poi svoltare a sx (indicazioni Becco Rosso, a dx indicazioni Colle Stau).
Il sentiero compie un lungo traverso verso sx (N) in falsopiano per poi riprendere una numerosa serie di brevi tornanti sulla sx orografica prospiciente un piccolo rio che proviene dai ripiani superiori, al cui inizio va attraversato. Si prosegue lungo un nuovo lungo diagonale che taglia arrotondati boscosi pendii fino a portarsi quasi sotto la verticale del Becco Rosso.
A questo punto va logicamente seguito a dx il valloncello, che si ramifica in vari dossi e vallette, in direzione dell'ormai evidente panettone del Bassura (sulla dx) puntando la bella guglia rocciosa innominata 2580m ca posta alla sua sx. Giunti poco prima di essa, a seconda delle condizioni, risalire verso dx il ripido e vasto pendio del Bassura oppure costeggiare il citato torrione per un pendio che progressivamente si trasforma in canalone (ripido, 35-40°).
Raggiunta una stretta selletta alla base del torrione girare a dx per l'ampio crestone/pendio finale, traversando progressivamente da dx verso sx, indi per una breve conca sommitale e poi piramidino di vetta (piccolo ometto), in realtà una vasta sommità. Rientro per il percorso di salita oppure in traversata di cresta verso il passo del Fanjet che precede la Rocca Verde (tratto non banale in caso di innevamento, grosso torrione da aggirare, F).
Poi a dx per il vallone pensile del Fanjet, direzione NNO, che termina con una ripida gorgia, percorsa la quale e attraversato il rio Ferriere nei pressi di una presa, si raggiunge la conca menzionata all'inizio.