Turbie (la) La petite Afrique- le Tre Cornici da Monaco

L'itinerario

difficoltà: MC+ / MC+   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Tutte
dislivello salita totale (m): 1420
lunghezza (km): 41

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: baloo
ultima revisione: 03/01/13

località partenza: Monaco (Monaco , undefined )

punti appoggio: la Turbie-Monaco

note tecniche:
Itinerario da improvvisare e modificare .... allego una traccia , ma è solo un'idea ... in questa zona si possono fare mille varianti tutte valide ... i panorami sono superbi per un migliore divertimento in discesa e per non fare troppo portage è meglio farlo in senso antiorario (al contrario della traccia) magari salendo da Cap d\'Ail invece che da Monaco (che è un casino per parcheggi e rapporti umani)

descrizione itinerario:
La petite Afrique è molto nota ai francesi, è nel dipartimento delle Alpi Marittime , nel massiccio delle Pre alpi di Nice Menton ... è un sentiero molto tecnico e a tratti ripido e sconnesso ma molto molto panoramico che scende dalla Moyenne corniche su Banlieu . Questo appellativo deriva dal fatto che nel percorrerlo ci si trova in una piccola africa , nel senso che ci si ritrova tra spettacolari falesie di calcare , quelle che dominano il porto di Banlieu in un clima temperato anche in pieno inverno , ricordano anche l'africa le specie vegetali , palme e yucca, i profumi , i caldi colori , aranci , limoni , mimose e bouganvillee ... tutto questo ricorda ai francesi che amano i nomi altisonanti una "petite Afrique " .
L'itinerario parte dal mare , dalla costa ed ha mille possibilità su infiniti sentierini e strade e lo scopo è raggiungere una dopo l'altra le tre cornici , quella bassa , quella media ed infine quella alta che scorre poi fino a la Turbie e regala i panorami più belli su Nizza e su Eze.
Difficile descrivere un tragitto soprattutto perchè è bello improvvisare... comunque il mio giro parte da Montecarlo ... si parcheggia in uno dei tanti parcheggi a pagamento sotterranei oppure al porto e si comincia a salire su asfalto verso Cap d'Ail se si vuole fare il giro in senso orario (per scendere poi da La Turbie a Montecarlo) ... se no si sale su asfalto a Beusoleie La turbie e si seguono le ottime indicazioni (palline) sino al grande parcheggio della cornice superiore.
Ritornando al mio giro in senso orario si sale su asfalto a La condamine e si imbocca il bellissimo "sentiero dei ciclamini " (sterrato vedi foto che taglia l'asfalto in più punti e prende quota raggiungendo la cornice media e la superiore ... dalla cornice media alla superiore si percorre il sentiero citato denominato "petite afrique" .
Dalla cornice superiore si mantiene la quota passando sopra Eze anche qui tenendo il sentiero stupendo che taglia più volte la strada .
Nel senso inverso sia questi sentierini dalla cornice superiore a quella media e sia il magnifico sentiero della "petite afrique" saranno fatti in discesa e sono molto belli , divertenti e tecnici .
Nel senso fatto da me c'è un pò di portage , ma diventa bella e rilassante la traversata sulla cornice superiore dopo il forte molto panoramica e poi il sentierino che abbandona la strada asfaltata (segnalato bene dai francesi con palina )che porta comodamente a La Turbie ( ottimo posto per mangiare soprattutto pesce) (attenzione in caso di terreno bagnato è molto scivoloso) .
Di qui è bellissimo scendere per sentiero a picco su Montecarlo per ritrovare il punto di partenza . (importante ricordarsi dove si è lasciata la macchina nel casino di Montecarlo e non urtare la suscettibilità dei locali , soprattutto i vicili)