Rosso d'Ala (Monte) da Martassina

difficoltà: EE   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Nord-Est
quota partenza (m): 1100
quota vetta/quota massima (m): 2763
dislivello salita totale (m): 1700

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: guidolin
ultima revisione: 07/10/12

località partenza: Toma (Ala di Stura , TO )

note tecniche:
Bella salita, alternativa alla normale da Ala di Stura, ad una delle punte meno frequentate della Valle. La prima parte si svolge su sentieri ben segnati. Dall'Alpe Saulera bisogna un po' cercare, ma e' il bello di questa zona veramente selvaggia delle Valli di Lanzo.

descrizione itinerario:
Dalla frazione Toma attraversare il ponte sulla Stura e proseguire sulla sterrata che sale sul versante opposto con un paio di tornanti verso pian Airal.
Dopo circa 1 km, imboccare il sentiero che sale nel bosco a destra (casetta dell'acqua a sx e ometto). Dopo circa 200 m ripidi fare attenzione a prendere un bivio a sx (ometto, in prossimita' di altra casetta acqua) che attraversa un rio.
Seguire il sentiero nel bosco fino ai prati di Alpe Lusignetto Ovest. Passate le baite proseguire sempre su sentiero segnato fino a pervenire all'Alpe Saulera. Qui il sentiero e' meno evidente: proseguire a salire in direzione sud verso il costone spostandosi leggermente a sinistra. Arrivati al costone la vista si apre sul pianoro di Alpe Radice che si raggiunge in breve perdendo circa 50 m (questo tratto e' senza sentiero).
All'alpe Radice si ritrova un bel sentiero che sale dall'Alpe Colau e lo si risale in direzione sud-ovest per poche centinaia di metri fino ad un tratto caratteristico di mulattiera in pietre. Qui il sentiero gira verso sx (sud) in direzione del torrione Mazzucchini, ma lo si lascia per risalire il faticoso canalone che porta alla quota 2590 del colle del Monte Rosso (senza sentiero, qualche ometto). Dal colle verso nord velocemente in vetta.
Sono possibili varianti, in particolare dal costone sopra Alpe Saulera invece di discendere nel piano dell'Alpe Radice di puo' salire per cresta puntando direttamente al Monte Rosso arrivando piu' velocemente al colle omonimo (vedere traccia).