Piancascia (Poncione) Anello della Valle del Salto

difficoltà: EE/F   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Tutte
quota partenza (m): 350
quota vetta/quota massima (m): 2360

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: adriano maggi
ultima revisione: 23/09/12

località partenza: Maggia (Maggia , Vallemaggia )

punti appoggio: Capanna Alpe Masneè

cartografia: CNS 1292 Maggia 1:25000

note tecniche:
Questo percorso che presento è una piccola porzione della VAVM (Via Alta Verzasca Maggia) panoramico sentiero di cresta a Cavallo tra queste due valli ticinesi. Una migliore spiegazione delle numerose possibilità della Regione è visibile su internet http://web.ticino.com/b.bachmann/viaa/viaa.htm

descrizione itinerario:
Percorso 1° giorno:
Maggia(mt 350)- Cappella Santa Maria della Pioda (mt 476)-Alpe Aiarlo(mt 1484)-Cima di Aiarlo (mt 1903)-Cros del Pizzit (mt 1952)-Cima Nimi (mt 2191)-Quota 2259-Madom da Sgiof (mt 2265)-Passo Deva (mt 2023)-Cima del Masneè (mt 2203)-Capanna Alpe Masneè (mt 2063)

2° giorno:
Pizzo Costisc (mt 2244)- Madom da Scimarmota (mt 2182)-Pizzo Dromegio (mt 2232)-Poncione Piancascia (mt 2359)-Pizzo verde (mt 1956)-Croadino (mt 2038)-Moriscoi (mt 2065)-Alpe Setmeo (mt 1437)-Alpe Tasmei (mt 1034)-Maggia (mt 351)

Dal paese di Maggia, passando indifferentemente a destra o sinistra della cascata, si raggiunge la chiesa Santa Maria, dove parte il percorso segnalato per l’Alpe Aiarlo. Giunti all’ Alpe abbandonare il sentiero e salire diretti per il bosco, guadagnando in circa un’ora la Cima di Aiarlo, punto panoramico su tutta la valle del Salto.
Da qui in avanti, il percorso è logico e facile da individuare, infatti, non c'è altro da fare che seguire sempre la cresta, al più aggirando i passaggi più impegnativi, aiutati a tratti anche dalle segnalazioni Bianco/Blu della Via Alta Maggia Verzasca.

E’ un bellissimo percorso panoramico ad anello che si percorre tranquillamente in due giornate durante le quali si toccano ben 12 cime nominate + 1 quotata.
Notevole la vista a 360° dal Piancascia... da salire assolutamente.

Il massimo della difficoltà obbligatria è limitato a un paio di passi di II lungo la cresta tra il Piancascia e il Moriscioi, altrimenti è tutto aggirabile.

*Il Bivacco Masneè, come la maggior parte delle altre Capanne del Ticino, non appartengono al CAS (CAI Svizzero) ma ad enti locali nominati Patriziati, che mantengono queste strutture sempre rifornite e in perfetto ordine con confort impensabili come la luce, l’acqua calda e i bagni addirittura con la doccia.
Meglio informarsi prima della disponibilità dei posti letto delle Capanne telefonando ai gestori( Vedi http://www.capanneti.ch/huts/main.jsp?id_language=1).