Barone (Monte) da Roncole

sentiero tipo,n°,segnavia: bianco-rosso
difficoltà: EE   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Est
quota partenza (m): 460
quota vetta/quota massima (m): 2044
dislivello salita totale (m): 1750

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: adriano maggi emanuele_80
ultima revisione: 18/01/16

località partenza: Roncole (Postua , VC )

cartografia: IGC 1:50000 n.9 Ivrea, Biella, Bassa Val d'Aosta

bibliografia: CAI-TCI, Alpi Biellesi e Valsesiane (135b)

accesso:
Da Romagnano Sesia, si segue la statale verso Alagna. Superata Serravalle Sesia, si prosegue a sinistra verso Crevacuore, imboccando poi a destra la strada per Postua. Superato il paese, continuare fino alla frazione Roncole, dove la strada asfaltata finisce nei pressi di uno spiazzo sterrato (parcheggio).

note tecniche:
Divertente escursione che si sviluppa in buona parte su sentieri recentemente ripristinati (2015) ma poco frequentati. Il dislivello indicato tiene conto delle risalite a/r.
La salita non presenta alcuna difficoltà ma, in caso di scarsa visibilità, può presentare problemi di orientamento nei pressi dell'Alpe Buggie.

descrizione itinerario:
Si parte dal cancello sempre aperto, ma con divieto, oltre il quale l'accesso è consentito ai soli proprietari terrieri.
Circa 2 km oltre la sbarra, si raggiunge il ponte in metallo (cartello Monte Barone, sentiero H21) dove parte la comoda mulattiera che con ampi tornanti porta sino agli alpeggi di Albarei Inferiore e Superiore (920 m). Oltre i prati di quest'ultimo, si segue il filo della dorsale su sentiero a tratti poco evidente ma ben segnalato e si raggiunge l'Alpe Faudel (1190 m). In uscita dal boschetto di rade betulle, la traccia di perde un po' tra felci ed erba, ma seguendo i segni bianco-rossi si guadagnano i ruderi dell'Alpe Buggie (1377 m). Poco oltre si perviene ad un incrocio col sentiero H31 (piccolo cartello con bandierina bianca e rossa) dove si svolta decisamente a destra (praticamente ad U) per puntare ad una sella dalla quale, in saliscendi per traversi, si arriva all'Alpe Farina (1433 m) che, ristrutturato e ben tenuto da alcuni appassionati escursionisti, si trova in bella posizione panoramica. Si sale sulla vicina cresta e la si percorre in decisa ascesa con sulla destra la catena che va dal Monte Tovo, al Castello di Gavala fino al Monte Barone, tra rigogliosi cespugli di rododendri. Prima di raggiungere il culmine della cresta, si svolta decisamente a destra e, per traversi nell'alta impervia valle della Malanotte, si perviene ad un intaglio che consente di ritornare nel versante di Postua e raggiungere infine il sentiero G8 che sale dal Rifugio Monte Barone del C.A.I. Valsessera alla vetta del Monte Barone. L'incrocio è posto pochi metri sopra la Bocchetta di Ponasca. Da qui la cima del Monte Barone è raggiungibile senza difficoltà.