Cefalone (Pizzo) per la Sella dei Grillio e cresta N

difficoltà: EE/F   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Nord-Est
quota partenza (m): 1450
quota vetta/quota massima (m): 2533
dislivello salita totale (m): 1250

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: Blin1950
ultima revisione: 23/09/11

località partenza: Prati di Tivo (Pietracamela , TE )

cartografia: Gran Sasso - Atlante dei sentieri - SER edizioni

bibliografia: CAI_TCI Gran Sasso d'Italia

descrizione itinerario:
Parcheggiata l’auto nella grande piazza, seguire la strada asfaltata a destra in leggera discesa fino ad incontrare a sinistra la sterrata con sbarra che sale verso il bosco, supera una selletta e con andamento saliscendi attraversa il versante nord-est del Corno Piccolo e raggiunge la zona delle cascate del Rio Arno.
Seguire la sterrata fino al suo termine vicino alle sorgenti del Rio Arno, poi seguire il sentiero che si inoltra ora nella parte alta del vallone fra le pendici del Corno Piccolo e le pareti del Pizzo d'Intermesoli, con percorso fra alcuni grossi massi si risale la Val Maone, giungendo ai prati delle Capanne, inizio della conca di Campo Pericoli.
A destra, si stacca una traccia che con alcune ampie giravolte giunge alla Sella dei Grilli m. 2220. Piegare a sinistra e percorrere la larga e pianeggiante cresta in direzione del Pizzo Cefalone;
giunti alla base del pendio finale risalirlo su piccole tracce di sentiero seguendo i bolli di vernice, ai piedi delle rocce piegare a destra e risalire un primo canalino roccioso, passi di I° grado, scavalcare a destra una cresta rocciosa ( I°+) risalire un secondo canale giungendo ad un aereo intaglio, salire un muretto ben appigliato (I°+) poi la cresta degrada e raggiunge la sommità del Cefalone.
Discesa sul versante sud (via normale) fino al colle La Portella m. 2260. Scendere ora sul versante nord verso le Capanne e di li al sentiero di salita da percorrere fino all’auto.