Pistone (Bric) o La Viltà da Palasot

tipo itinerario: pendii ampi
difficoltà: MR   [scala difficoltà]
esposizione: Sud-Est
quota partenza (m): 1038
quota vetta/quota massima (m): 1900
dislivello totale (m): 862

copertura rete mobile
vodafone : 80% di copertura

contributors: Blin1950
ultima revisione: 12/01/11

località partenza: Palasot (Castelnuovo Nigra , TO )

cartografia: MU Edizioni Carta della Valle Sacra

bibliografia: CAI-TCI Emilius Rosa dei Banchi

note tecniche:
Insignificante rilievo erboso della dorsale sud-est che si stacca dalla cresta orientale del Verzel, posto proprio sopra le baite dell’Alpe Pistone Inferiore; visto dai pressi del grande masso del Roc Bianc, presenta un bel pendio innevato che scende sopra le Baite Valli Bianc. La scelta di partire dal Palasot (bivio campo sportivo) è motivata dal fatto che si percorre meno strada asfaltata rispetto al percorso tradizionale e la neve normalmente è migliore per via dell’esposizione ad est del percorso. In caso di nevicate abbondanti, è raccomandabile attendere che si scarichino i vari canali e canaletti del ripido versante sud della Punta Frera, sovrastante la sterrata.

descrizione itinerario:
Da Castellamonte risalire la provinciale n° 59 fino a Castelnuovo Nigra, risalire l’abitato e seguire le indicazioni Palasot e Cappella della Visitazione; giunti a Caretto Superiore, indicazione a destra Palasot, da seguire fino ad un bivio, seguire la strada in salita che giunge nei pressi del campo sportivo. Normalmente la strada viene pulita dalla neve fino a questo punto. Parcheggiare l’auto ai bordi della strada nei pressi del bivio del campo sportivo del Palasot, percorrere la strada verso nord, dopo circa mezzo km. diventa sterrata, seguirla fin nei pressi delle baite intermedie alle baite Canavis Inferiori e Superiori; risalire ora i pendii erbosi a monte delle baite puntando ad ovest verso Il Colletto m. 1274. Giunti nei pressi del Colletto, puntare a nord sui piani superiori alla strada, toccando le varie baite di Le Nere e giungendo nuovamente sulla sterrata che sale verso la baite Frera, superarle e su bel piano raggiungere le ripide pendici della Punta Frera nei pressi del tornante di quota 1525. Percorrere il tracciato della sterrata fino all’Alpe Roc Bianc, risalire a destra del masso di quarzite e puntare alle baite Roc, riprendere la strada giungendo al tornante di quota 1709; piegare a sinistra attraversare il rio e in leggera discesa raggiungere le baite Valli Bianc. Salire il pendio, un po’ ripido, dietro le baite puntando a delle roccette affioranti più in alto, poi la ripidezza diminuisce e si inizia a vedere la meta che si raggiunge in poco tempo senza difficoltà. Discesa per la stessa via fatta in salita.