Beraudes (Roche des) da Le Pont de l'Alpe

difficoltà: EE   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Sud-Ovest
quota partenza (m): 1710
quota vetta/quota massima (m): 2895
dislivello salita totale (m): 1200

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: pr18
ultima revisione: 04/10/10

località partenza: Le Pont de l'Alpe (Le Monêtier-les-Bains , 05 )

punti appoggio: nessuno

cartografia: IGN 3535OT Névache Mont Tabor

note tecniche:
Interessante giro ad anello da intraprendersi con buona visibilità per poter godere dell'ottimo panorama che si gode verso il massiccio degli Ecrins.
Con percorso più diretto è possibile raggiungere il Col des Beraudes dalla Val Clarée dal Ref. de Laval (info su gulliver: "Beraudes (col de)"
Accesso stradale: Monginevro, Briançon, dir. Col du Lautaret, Le Monétier les Bains, Le Pont de l'Alpe

descrizione itinerario:
Inoltrarsi nel vallone incassato sulla sinistra dell'Aiguillette du Lauzet (guardandola dal park), in direzione dell'Alpe du Lauzet. Evitare le varie deviazioni e proseguire lungo il sentiero che risale la sinistra orografica del vallone. Al bivio a quota 2209 mt. piegare a destra in direzione del Col du Chardonnet mt. 2638 e proseguire a sinistra, abbassandosi in direzione di un lungo diagonale (GR57) che costeggia interamente la Tete de la Cassille. Quando il sentiero piega decisamente ad ovest, abbandonarlo e seguire una traccia che risale un ripido pendio erboso raggiungendo un ripiano alla base della Roche de Beraudes a destra e il Pic de la Moulinere a sinistra. Proseguire lungo il sentiero che risale in direzione del Col des Beraudes. Risalire dentro ad una strettoia aiutandosi un po' con le mani, contrassegnata da un bollo azzurro e proseguire ancora qualche metro. Senza raggiungere il colle, seguire una labile traccia un po' intuitiva che sulla destra risale un po' faticosamente alcune balze franose, evitando tre spuntoni rocciosi e portarsi poi sulla cresta dove si ritrova la traccia che prosegue fino in cima. Volendo, si può percorrere il filo di cresta dove si risale paralleli alla traccia di sentiero appoggiando un po' le mani. Oltre l'ometto posto sulla cima, la cresta prosegue in piano ancora per un centinaio di metri su una divertente cengia un po' esposta. Ottimo panorama verso gli Ecrins ed esteso verso la Val Clarea.

Discesa: Tornati sul GR57, proseguire in leggero saliscendi in direzione del Col de la Ponsonniere. Senza raggiungerlo, si scende in direzione del laghetto posto a quota 2565 e si percorre il sentiero verso sud fino ad una baita, dietro la quale c'è un bivio. Entrambi i sentieri tornano a Pont de l'Alpe. Noi abbiamo percorso il "passage delicate" che scende a Le Grand Lac e con qualche cautela, abbiamo disceso una stretta gola attrezzata con corde fisse che scende nel Plan Chevalier al cospetto della Roche Robert. Si raggiunge L'Alpe de Lauzet e si torna a Pont de l'Alpe.