Androsace (Pointe) Maudit Blues

difficoltà: 6c / 6b obbl
esposizione arrampicata: Est
quota base arrampicata (m): 3400
sviluppo arrampicata (m): 300
dislivello avvicinamento (m): -100

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: p74
ultima revisione: 30/06/10

località partenza: rif torino (Chamonix-Mont-Blanc , 74 )

punti appoggio: rif torino

bibliografia: G.Bassanini- Le moderne

note tecniche:
Arrampicata più tecnica che fisica,su lame e fessurine ma anche su placche delicate
presenti alcuni spit sui tiri,ma una serie di friend è d'obbligo
I tiri sono tutti molto lunghi,anche 50 mt,e presentano sempre un andamento obliquo,quindi occhio all'attrito delle corde
Calate lungo la via
Bellissimo l'ambiente,isolato e con vista sulle Aiguille du Diable notevole

descrizione itinerario:
Dal rif Torino passare il col flambeaux e scendere fin sotto la Tour Ronde
proseguire in direzione del pilastro sempre evidente nella conca compresa tra il Mont maudit e il Mont Blanc du Tacul 1.45 h (meglio a inizio stagione con gli sci)
spit all'attaco evidenti

L1 6b/c: salire una fesura/lama e giunti a due spit vicini traversare decisamente a sinistra, delicato,fino a una vena di quarzo bellissima,sosta poco sopra
L2 6c :diedro evidente sopra la sosta
L3 6b+:dalla sosta iniziare un traverso in leggera ascesa verso destra (spit);giunti in un poco pronunciato diedrino seguirlo verticalemnte fino alla sosta
L4 6c :sguire il diedro sopra la sosta,superare un tettino,proseguire in fessura per alcuni metri,poi afferrare un ottima lama ,che permette di uscire a sinistra; proseguire verticalmente e più facilmente(6a)fino in sosta
L5 6c : salire un muretto delicato,passare lo spigolo a sinistra ,dritto per fessura;arrivati a uno spit in placca,traveersare orrizontalemnte(delicato) a sinistra qualche metro,e afferrare una fessura verticale molto lunga a incastro.
Finire su muro a tacchette (spit) duro
Tiro lungo 50 mt
L6 6b+ :alzarsi dalla sosta,molto duro,passare un tettino a destra proseguire per muretti,un secondo tettino e poi un terzo imettono sulla placca finale che porta in sosta :occhio perchè la placca non è cosi domestica come pare ed è sprotetta e improteggibile
L7 6a il pilastro si corica e la via è evidente