Argentière (Aiguille d') parete Nord

difficoltà: D   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Nord-Est
quota partenza (m): 2186
quota vetta (m): 3902
dislivello complessivo (m): 2000

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: gianmario55
ultima revisione: 28/09/09

località partenza: Argentiere (Chamonix-Mont-Blanc , 74 )

punti appoggio: Refuge Albert I

cartografia: I.G.C. 1:50000 n.4 Monte Bianco

bibliografia: Guide Vallot Vol. III

note tecniche:
Il dislivello tiene conto della discesa, di circa 250 metri, dalla Fenetre du Tour sul Ghiacciaio di Saleina. La salita richiede buone condizioni e bel tempo stabile, essendo anche molto lunga. Assolutamente non banale, e pure lunga, la discesa dalla via normale per il Ghiacciaio del Milieu. La parete presenta seri pericoli oggettivi, rappresentati dalla seraccata che, però, varia di anno in anno. Dislivello della parete dalla terminale alla vetta circa 700 metri. Pendenza media 50°, ma nel primo terzo supera i 55°.

descrizione itinerario:
Dal Rifugio scendere sul Ghiacciaio di Tour e dirigersi verso l'Aiguille du Chardonnet. Appena possibile obliquare leggermente verso sinistra (Sud Est) e raggiungere la Fenetre du Tour, m.3336. Da qui si ha una visione meravigliosa, ma anche impressionante, della parete. Abbassarsi sul Ghiacciaio di Saleina, su pendenza abbastanza sostenuta, scendendo fino a quota 3100 circa e dirigersi verso la base della parete, il più possibile sul suo lato lato destro (guardando). Superare la crepaccia terminale (m. 3200 ca), spesso difficile, ed innalzarsi sulla parete. Si può salire direttamente tutto il pendio in direzione della vetta, ma si è seposti maggiormente ad eventuali crolli di seracchi. Più sicuro, appena possibile, raggiungere la spalla Nord Ovest. Raggiunta la spalla continuare su terreno misto fino a raggiungere la cima ovest e da questa, facilmente ma prestando attenzione alle cornici, alla vetta centrale.