Frontè (Monte) e Cima Garlenda da San Bernardo di Mendatica per il Monte Monega

difficoltà: EE   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Varie
quota partenza (m): 1350
quota vetta/quota massima (m): 2153
dislivello salita totale (m): 1200

copertura rete mobile
tim : 80% di copertura

contributors: Giada
ultima revisione: 14/06/09

località partenza: San Bernardo di Mendatica (Mendatica , IM )

punti appoggio: Albergo a San Bernardo di Mendatica

note tecniche:
Da S. Bernardo di Mendatica imboccare la strada asfaltata per il colle del Garezzo, finito l'asfalto proseguire ancora qualche centinaio di metri su sterrato fino ad un bello spiazzo sulla destra dove si posteggia l'auto.
Con un fuoristrada si può arrivare fino alle case Penna accorciando così la gita di circa 1 ora tra andata e ritorno.
Bella ma lunga gita ad anello che percorre il panoramico crinale che da S. Bernardo va al Passo di Pian del Latte.
Ritorno lungo la rilassante sterrata del Garezzo.
Sconsigliata in caso di nebbia in quanto è sempre fuori sentiero a parte il tratto sulla sterrata.

descrizione itinerario:
Lasciata l'auto si percorre la sterrata fino a case Penna (m.1560) dove si imbocca sulla destra il sentiero dell'AVML per poi lasciarlo poco dopo appena usciti dal bosco e si arriva sui prati del monte Omo dell'Alpetta. Si risale il ripido pendio erboso fino alla cima del monte Omo dell'Alpetta(m.2051).
Da qui per panoramico crinale (segnavia AVLM) si prosegue verso sinistra (senso di marcia) fino alla cima Garlenda (m.2143). Si scende direzione Frontè al passo Frontè (m.2081 ruderi di una caserma)sentiero e si sale sul Frontè (m.2153 Madonnina).
Si scende ora sul crinale di fronte alla Madonnina verso il colle del Garezzo (a sinistra di dove siamo arrivati)e seguendo sempre il crinale erboso (niente traccia) si arriva al colle del Garezzo (m.1771, galleria della sterrata del Garezzo) sempre tenendosi sul crinale si supera la cima dell'Ortica (m.1840), Poggio Fearza (m.1845,palina misurazione vento) per arrivare infine sul Monte Monega (m.1881, croce).
Si scende ora sempre per crinale in direzione di un grosso ometto di pietre (verso est) e si prosegue fino al Passo di Pian del Latte (m.1755).
Qui troviamo la sterrata che giunge dal passo della Mezzaluna e la seguiamo verso sinistra (senso di marcia)fino al colle del Garezzo (circa 40 min.).
Da qui senza fare la galleria seguiamo la sterrata verso destra del senso di marcia fino allo slargo dove abbiamo l'auto posteggiata completando così il nostro lungo anello.