Nero (Monte) Couloir dell'H

difficoltà: D+   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Nord-Est
quota partenza (m): 2000
quota vetta (m): 3344
dislivello complessivo (m): 1350

copertura rete mobile
vodafone : 0% di copertura
3 : 60% di copertura

contributors: brozio
ultima revisione: 19/10/08

località partenza: Malga Valina d'Amola (Madonna di Campiglio , TN )

punti appoggio: rif.Segantini 2378m

accesso:
Dalla Malga Valina d'Amola (2000 m.) in Val Nambrone, dove si posteggia l'auto, si sale al rifugio Segantini e si prosegue per la via normale della cima Presanella (indicazioni).
Rimontati sulla morena la si percorre fino a quasi il suo termine per poi abbandonarla dirigendosi verso destra, si trovano due piccoli ometti piazzati uno a destra ed uno a sinistra a mo' di porta,questo è il punto dove abbandonare il sentiero principale dirigendosi verso destra nel vallone che porta alla Bocca d'Amola, notando altri ometti.
Su pietraie ci si porta in diagonale sotto il Monte Nero e fin sotto lo scivolo d'attacco di questa via (molto evidente). 3-3.30 ore dalla macchina.

note tecniche:
bellissima salita di ghiaccio che nulla ha da invidiare alle classiche goluotte del monte bianco.
periodo migliore:tardo autunno primavera.

descrizione itinerario:
Si risale lo scivolo sottostante la parete che conduce al attacco di questa via. Ci si inoltra nel canale con pendenza attorno ai 50°, con risalti di una decina di metri che arrivano fino a 85°.
Si supera un tratto di goulotte a 65° con qualche roccetta, a questo punto il canale piega leggermente a sinistra e porta in una piccola conca nevosa. Si prende uno stretto e evidente canalino-goulotte (bellissimo) con pendenze a 70° e con due risali verticali di pochi metri.generalmente il secondo salto non ha giacchio e offre una bel passaggio in dry non banale(ci si protegeg bene con friends).
Si prosegue nello scivolo terminale che porta in cresta con dei passaggi di misto che se coperti di neve inconsistente non sono da sottovalutare.

Discesa:
Arrivati in cresta ci si dirige verso destra e senza particolari difficoltà si raggiunge il valico tra il Monte Nero e la Presanella da qui si incrocia la normale della Presanella che riporta al rifugio Segantini ( informatevi sulla normale della Presanella perché con il disgelo degli ultimi anni è diventata irriconoscibile e anche pericolosa)
N:B la discesa da questo versante sarebbe vietata per pericolo di crolli...ma è l'unica che riporta nella valle di partenza!