Forno (Pizzo del) o della Fria da Agarina

L'itinerario

difficoltà: E   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Sud
quota partenza (m): 1200
quota vetta/quota massima (m): 2695
dislivello salita totale (m): 1500

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: adrimiglio
ultima revisione: 25/07/11

località partenza: Agarina (Montecrestese , VB )

punti appoggio: Rifugio Adriano Sironi (alpe Lago)

cartografia: Cartografia Svizzera Bosco Gurin/Comologno 1:25.000

note tecniche:
Il Pizzo del Forno con i suoi 2696 m. risulta essere la cima più alta del territorio di Montecrestese.
Chiamata dagli escursionisti della zona semplicemente “La Fria” toponimo derivante dall’omonimo passo sottostante (2499 m).

N.B. La strada poderale Valle Agarina è percorribile solamente dalle persone che abbiano dei terreni o costruzioni di proprietà o in affitto nel territorio servito dalla carrozzabile, a seguito di un pagamento annuale del costo di 20 euro. Altrimenti le soluzioni alternative sono di richiedere un permesso giornaliero al comune del costo di 5,00 euro, tramite un’associazione o sede CAI, oppure sfruttare
i due giorni dedicati alle feste dell’ alpe Agarina (Luglio) o dell’ Alpe ( Agosto).
Per sapere i giorni esatti consultare: http://www.prolocomontecrestese.it/home_page.htm

descrizione itinerario:
Salire in auto alla fraz. Altoggio di Montecrestese, prima di entrare in paese girare a sx e percorrere la pista agro-silvo-pastorale fino ad Agarina (arteria a pagamento con limitazioni d’accesso).
Scendere nella conca dell’alpe e parcheggiare a fianco della fontana.

SALITA: Incamminarsi lungo la strada asfaltata, poco prima del nuovo tratto in costruzione, salire a sx nell’antico sentiero, ora ripristinato, che conduce alla Cappella delle Scale (indicazione Matogno).
Percorrere per un breve tratto la traccia nel bosco e all’indicazione “sentiero Balmuzzign” su di un sasso, deviare a sx innalzandosi decisamente su buon sentiero fino all'alpe Nocca.
In vista delle baite salire nel prato a sx, nella parte alta si ritrova il sentiero che sale nel bosco di conifere che sbuca all'alpe Ratagina.
A dx delle baite proseguire sulla traccia che attraversando il prato conduce all'alpe Lago, dietro la fontana in diagonale si sale in direzione del lago ed il cima al dosso seguire a sx i segnavia bianco/rossi fino al Passo della Forcoletta, eventualmente salire su percorso libero fino ad intersecare il sentiero proveniente dalla Forcoletta. Seguire quindi il sentiero ben marcato che pianeggia in direzione della galleria della Fria, poco prima della stessa innalzarsi a sx toccando il Passo della Fria. Seguendo poi la facile dorsale in direzione ovest si e' in vetta, in pochi minuti, contrassegnata da un punto trigonometrico.

DISCESA: Stesso itinerario di salita, oppure, giunti all'alpe Lago seguire il sentiero in direzione sud/ovest che conduce con breve risalita alla cappella di Croce (+110 m), scendere poi all'alpe Loccia e
appena più avanti nei pressi dell'alpe Colmine seguire l'indicazione Agarina (paletta gialla), seguendo attentamente i nastri sugli alberi, bandierine e ometti si scende al punto di partenza.