Presolana Centrale (Pizzo della) Echi Verticali

difficoltà: 6b / 6a obbl
esposizione arrampicata: Sud
quota base arrampicata (m): 2100
sviluppo arrampicata (m): 190
dislivello avvicinamento (m): 800

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: giudirel
ultima revisione: 15/09/13

località partenza: Passo Presolana (Colere , BG )

punti appoggio: Bivacco Città di Clusone

cartografia: Kompass Valle Seriana

accesso:
dal passo della Presolana , nei pressi del grande parcheggio e della chiesetta, prendere le indicazioni per la Baita Casinelli, che si raggiunge su bel sentiero nella pineta in circa 40 minuti.
Dalla Baita, proseguire seguendo le indicazioni per il Bivacco Clusone e la Cappella Savina.
Il sentiero è marcatissimo e a tratti ripido. Prima della cappelletta, non si può non notare sulla destra l'imponente pilastro su cui si svolge la via. Una traccia si stacca dal sentiero principale verso dx, a raggiungere la base del pilastro nel suo punto più basso, nei pressi di una piccola grotta. Scritta gialla alla base della via, ed evidenti spit e cordini in clessidra. Dal Passo poco meno di due ore.

note tecniche:
Bella via sportiva ben attrezzata, non difficile ed assolutamente piacevole, roccia stupenda ed ambiente super.
Possibilità di prosegiure fino in vetta lungo la vecchia via Ernestino (in tal caso portare materiale per proteggersi)
Se si percorre solo la via, sono sufficienti due corde da 50 m, ed una decina di rinvii, cordini e fettucce per le soste.

descrizione itinerario:
L1: Placca a buchi (6a+)
L2: Spostarsi su cengia erbosa una decina di metri a sx, fino alla sosta di attacco (indicazioni), poi salire per placca a buchi con passaggio singolo (6a)
L3: Strapiombino su reglette, poi placca più facile fino in sosta (6b)
L4: In obliquo a sx poi dritto, strapiombino atletico su lamoni (5c)
L5: dritto dalla sosta su magnifico pilastrino fessurato (5b)
(L4 ed L5 si possono unire ottenendo uno stupendo tiro di quasi 50m!)
L6: Muretto sopra la sosta, poi salire obliquando a destra meno di quanto sembrerebbe suggerire la chiodatura (cordone da A0 fuori a destra). Poi le difficoltà calano man mano fino in sosta al termine della via

Discesa: Sconsigliabile scendere in doppia dalla via, probabilmente si infastidirebbe altri arrampicatori su Echi o su vie adiacenti.
Dall'uscita spostarsi 10 metri orizzontalmente a destra (facile, attenzione a non muovere sassi) fino al mazzo di cordoni con enormii anelloni all'uscita di Spigolando. Una doppia da 30 metri deposita poco sotto lo spigolo in una grossa nicchia (5 metri più in basso e a destra della sosta in comune tra Spigolando (che sale obliquando a destra) e lo Spigolo Longo (che traversa in discesa e proviene da sinistra orizzontalemente). Clessidra, 2 spit, cordoni e "grillo".
Doppia da 60 metri esatti fino alla S2 di Emmenthalstrasse, clessidre, cordoni e "grillo".
Doppia da 60 metri esatti fino a terra. Si atterra in corrispondenza della grottina 10 metri a destra dell'attacco di Spigolando. In tutto 3 doppie, 150 m. In gran parte su Emmenthalstrasse attualmente assai poco frequentata (ho in programma una risistemazione, almeno dei cordini nelle clessidre, in pessimo stato.

Mi giunge notizia che questa linea di calate è stata risistemata in data 21 ottobre 2012 dal Soccorso Alpino (http://www.on-ice.it/onice/viewtopic.php?p=169904#169904).