Zerbion (Monte) e Monte Tantanè da Nissod, anello

difficoltà: EE   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Tutte
quota partenza (m): 1382
quota vetta/quota massima (m): 2734
dislivello salita totale (m): 1800

copertura rete mobile
tim : 80% di copertura
no operato : 0% di copertura

contributors: i3fili
ultima revisione: 19/02/10

località partenza: Nissod (Châtillon , AO )

punti appoggio: nessuno

cartografia: IGC 5

accesso:
Dal casello autostradale di Chatillon, seguire le indicazioni per Cervinia. Pochi metri prima dell'immissione con semaforo nella SS26, svoltare a sinistra (è indicato un piccolo parcheggio) e proseguire sul cavalcavia in direzione delle frazioni sopra Chatillon.
Seguire le indicazioni per Domianaz e Nissod, dove la strada temina nei pressi di una fontana coperta.

descrizione itinerario:
Da Nissod parte il sentiero 7, che incrocia la poderale una volta e poi una seconda volta a ovest dell'Alpe Devies.
Qui è possibile proseguire sul 7 oppure a destra lungo la sterrata fino ad incontrare il 12 proveniente dal Col di Joux.
In quest'ultimo caso, si lascia la sterrata e si prosegue a sinistra sul 12 nel rado bosco fino ad incontrare la pista agricola che proviene dalla borgata di Chenez e, pochi metri dopo, la palina dei sentieri 7 e 12. In breve quindi si arriva al pianoro dove 7 e 12 si biforcano nuovamente.
Il 7 prende a destra e rimonta una fascia boscosa che si apre finalmente sulla spettacolare cresta che adduce alla vetta dello Zerbion. Da qui si discende in direzione nord verso il Colle Portola.
Dal colle di prosegue sul sentiero 9 che in breve raggiunge il Col de Biere.
Il sentiero si mantiene in cresta o nei pressi fino a poco sotto due caratteristici dentini.
A questo punto il sentiero si abbassa leggermente in direzione del Tantanè per poi riguadagnare la cresta attraverso una pietraia (ometti).
La traccia infine riprende evidente lungo la cresta est del Monte Tantanè fino alla caratteristica croce di acciaio della Cogne.
La discesa avviene per la cresta sud, inizialmente mantenendosi a scelta sul filo roccioso oppure lungo l'esposto sentierino del versante est. Superato (direttamente o aggirandolo a sinistra scendendo) un piccolo saltino di roccia ci si mantiene sul sentiero di cresta progressivamente meno ripido fino a quando questo volge a sinistra e lungo un valloncello giunge all'Alpe Chancellier di sopra.
Prendere la poderale in direzione est e, al bivio con quella che sale al Col de Biere, prendere a destra. Seguirla per alcuni tornanti (o tagliare per prati) fino al bivio per l'Alpe Champ.
Qui la sterrata risale brevemente dopo aver attraversato il torrente Promiod. Puntare verso sud in direzione di una evidente traccia agricola che entra nel bosco, seguirla fino all'Alpe Francou, nei cui pressi transita il sentiero 12 che giunge dal Col Portola.
Seguirlo fino al pianoro dove questo si unisce al 7 e da lì scendere a Nissod.