Pania della Croce Risognando California

difficoltà: 6a+ / 5c obbl
esposizione arrampicata: Ovest
sviluppo arrampicata (m): 300

copertura rete mobile
vodafone : 40% di copertura
tim : 66% di copertura

contributors: enricotom
ultima revisione: 18/02/10

località partenza: Fociomboli,Strada di Passo Croce (Stazzema , LU )

punti appoggio: rif. Del Freo 1180m

note tecniche:
La chiodatura della via è molto disomogenea: le lunghezze 1, 2, 4, 8, 9 e 10 presentano una chiodatura abbondante e ravvicinata, i facili tiri 3 e 6 e il tiro 7 (più impegnativo, V) sono del tutto schiodati a eccezione delle soste, mentre il tiro 5 ha una chiodatura piuttosto distanziata ma ottimamente integrabile. Utili friends, anche medio-grandi (camalot 2 e 3) per L7. Utili corde da 60 m, con corde da 50 metri si rende necessario dividere in due i tiri 5, 6 e 10 (possibilità di sosta su fix integrabile e nel caso di L6 sosta già in loco).

descrizione itinerario:
Dalla Foce di Mosceta (raggiungibile in circa un’ora da Fociomboli per bel sentiero nel bosco con numerosi saliscendi) seguire il sentiero 125 che porta alla Foce di Valli, abbandonandolo prima di attraversare un canale con dei passaggi su roccia; si sale a sinistra lungo un crinale erboso verso la parete seguendo dei grossi ometti di pietre fino a raggiungere la base delle rocce (tenersi alla sinistra del canale). Entrati nel canale ne si segue la diramazione sinistra per alcune decine di metri di roccette e ghiaia mantendosi sul lato destro fino a incontrare sulla propria destra i fix (evidente in alto il cordone della prima sosta). Dalla foce di Mosceta 45 minuti circa. E’ attrezzata con due fix anche un sosta di partenza (terreno franoso e scomodo per l’assicuratore).

L1 15 m IV+
L2 25 m 6a+/6b placca
L3 8 m III facile trasferimento in discesa a sinistra
L4 30 m 6a/6a+ fessura “granitica”
L5 55m 5c possibilità di sosta intermedia su un singolo fix; utile integrare le protezione nella seconda parte del tiro; sosta all’inizio di una facile crestina dietro un masso
L6 55m III placche e facile crestina. Possibilità di dividere in due il tiro (sosta sulla cresta a chiodi e spit). Sosta alal fine della crestina su chiodo e cordone attorno a un pilastrino
L7 25 m V salire la fessura evidente un metro a destra della sosta. Protezioni su spuntoni di roccia, molto utili friends grossi (camalot 2 e 3). Sosta (chiodi e fix) sulla parete a sinistra del diedro strapiombante.
L8 30 m 6a/ 6a+ diedro strapiombante
L9 15 m V placche solcate, sosta alla base della successiva serie di placche.
L10 60 m 6a/6a+ placca impegnativa all’inizio poi rocce più facili alla crestina che si segue fino a incontrare la sosta (chiodi e cordone) in corrispondenza di una comoda piazzola
L11 55 m III si consiglia di procedere almeno per i primi metri della crestina qui molto esposta e infida (rocce rotte e erba) in sicurezza. Varie possibilità di sosta.

Raggiunti i prati misti di roccette alla base della cupola sommitale della Pania si può scendere direttamente verso la via normale e il rifugio del Freo oppure risalire fino alla cima (15-20 min circa). Da qui seguendo la via normale in circa 1 ora si torna alla foce di Mosceta e di qui alla propria automobile a seconda del punto di partenza.