Loit (Cima), Punta Arbella, Uja d'Ingria da Frachiamo

difficoltà: EE   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Varie
quota partenza (m): 980
quota vetta/quota massima (m): 2035
dislivello salita totale (m): 1400

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: gianni.savoia.tsygs1
ultima revisione: 06/05/09

località partenza: Frachiamo (Sparone , TO )

note tecniche:
Lunga traversata caratterizzata da molti saliscendi. Il dislivello indicato è puramente indicativo. Calcolare almeno sei-sette ore di percorrenza effettiva. Con presenza di neve diventa difficile evitare le difficolta' sul versante ovest e occorre stare sul filo di cresta che in alcuni punti e' molto esposto anche se mai difficile.

descrizione itinerario:
Da Frachiamo, con l'itinerario consueto per buon sentiero, salire alla cima Arbella. Di qui iniziare a seguire la cresta Nord-ovest che all'inizio presenta alcuni passaggi su roccette non difficili ma esposte. Si percorre lungamente la cresta superando diverse elevazioni minori con tratti erbosi intervallati da roccette sino a passare nei pressi dell'Alpe Nuovo e successivamente dell'Alpe San Rocco. Di qui con più facilità di raggiunge l'Uja di Ingria 1921 m.
Si continua per cresta incontrando sotto la vetta un brevissimo passaggio esposto ma non difficile sino alla Bocchetta dell'Uja. Da questa, ormai con buon sentiero segnato, si raggiunge Cima Loit 2035 m. Tornare brevemente verso est e divallare verso sud sino alla Montagna de Val e da qui, con tracce di sentiero, raggiungere l'evidente alpeggio ristrutturato dell'Alpe Molinetto.
Un buon sentiero scende a Vasario passando accanto a numerose vecchie miniere abbandonate. Da Vasario si percorre per un breve tratto la strafa asfaltata e, fra il secondo e il terzo tornante, si incontra la segnalazione del sentiero di collegamento con Frachiamo.
Lo si percorre lungamente, e con attenzione nei tratti esposti, con molti saliscendi ritornando quindi al punto di partenza.