Lobbia (Cima) da Campofontana

sentiero tipo,n°,segnavia: sent. nr 205-206
difficoltà: E   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Varie
quota partenza (m): 1220
quota vetta/quota massima (m): 1672
dislivello salita totale (m): 700

copertura rete mobile
no operato : 60% di copertura

contributors: lancillotto
ultima revisione: 17/02/20

località partenza: Campofontana (Selva di Progno , VR )

punti appoggio: nessuno

cartografia: Carta Sentieri Pasubio-Carega fg 1 - sez. Vicentine CAI

accesso:
Uscita autostrada Soave. Seguire per Selva di Progno e Campofontana. Ampio parcheggio vicino alla chiesa.

descrizione itinerario:
Da Campofontana, ampio parcheggio dietro la chiesa parrocchiale, si prosegue per poche decine di metri sulla strada verso la contrada Pagani, per prendere un sentiero a ds che sale ripido verso la sovrastante dorsale. Si continua con vari piccoli saliscendi lungo la cresta su traccia ripida fino alla prima cima, il MOnte Telegrafo mt 1562. Panorama molto vasto verso sud fino agli Appennini e a Ovest verso il gruppo del Monte Baldo, molto innevato in questo periodo. Si scende a una selletta, perdendo circa 40 metri di dislivello per poi continuare verso la Cima Lobbia mt 1672 dove il panorama si allarga a nord: di fronte il gruppo del Carega e satelliti, mentre molto lontani Lagorai, Vette Feltrine, Pale di San Martino e ancora più in là i monti dell' Alpago.
Si scende su traccia non segnata fino a un laghetto per l'abbeveramento del bestiame. Si continua per una larga mulattiera fino a malga Torla (altro laghetto) e alla strada forestale che con qualche tornante conduce all' agriturismo Bucaneve (apertura estiva e weekend fuori stagione). Poco prima dell' agriturismo, un sentiero nella bella faggetta scende comodo fino alla contrada Pagani, bellissimo nucleo di case storiche. Poco prima di lato al sentiero, una bella stele antica molto diffusa in questo territorio. Dalla contrada Pagani per mualttiera e breve tratto asfaltato al parcheggio.

altre annotazioni:
La contrada Pagani, tipica contrada cimbra, m. 1260, il nucleo abitato più alto del comune di Selva di Progno e della Lessinia. Bellissima la settecentesca fontana coperta a laste di calcare rosso veronese. Interessanti altre architetture come le giazzare, suggestivi gli affreschi opera della religiosità popolare. Strordinarie le steli di pietra che si trovano lungo i sentieri e ai margini dei confini, sono le opere d'arte religiosa più tipiche della cultura cimbra, le più antiche sono del duecento.
Fonte www.magicoveneto.it