Gran Adritto Cresta NO

difficoltà: AD-   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Nord-Ovest
quota partenza (m): 1760
quota vetta (m): 2745
dislivello complessivo (m): 1000

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: albertoc
ultima revisione: 29/06/19

località partenza: Grange di Valle Stretta (Névache , 05 )

punti appoggio: Rif. III Alpini - Rif. Re Magi

accesso:
Dalle Grange di Valle Stretta seguire il sentiero del Thabor fino al pian del Disné. A q. 2450 m circa volgere a ovest e raggiungere, h. 2,30, l'Occia dell'Adritto(2628 m, Col du Lac Blanc IGN)

note tecniche:
Via quasi del tutto non attrezzata, un solo vecchio chiodo di passaggio. Utili le protezioni veloci. Arrampicata discontinua, alcuni salti divertenti si alternano a pezzi da fare di conserva. Roccia buona (quarzite) sui passaggi difficili, fratturata e fragile altrove, molti spuntoni mobili, verificare sempre con attenzione prese ed appoggi. La quarzite, dove di buona qualità, è molto compatta e mal si adatta all'uso dei chiodi e delle protezioni veloci. Considerare che i passaggi in arrampicata sono pressoché improteggibili seppur relativamente facili..

descrizione itinerario:
Dall'Occia seguire la cresta pressoché sempre sul filo. Si incontrano alcuni tratti di divertente arrampicata (III). Dopo un grande placcone inclinato si arriva a una forcella sovrastata da un muro di 20 m verticale (buon chiodo di sosta sulla destra). Scendere qualche metro a sin. per prendere un diedro-fessura, risalirlo qualche metro e traversare a destra (vecchio chiodo) traversare ascendendo ancora a destra poi dritto (IV, passaggio chiave)diedro-fessura sulla. Continuare sul filo fino al torrione sommitale che si vince per un diedro-fessura sulla sin (III +). Dalla vetta con una doppia da 25 m si raggiunge la base del 3° torrione e la forcella tra questo e il 2° torrione. Discesa per il canale N.E. della via normale