Wendenstocke – Pfaffenhut Passion

Wendenstocke – Pfaffenhut Passion
La gita
pagnogio
4 30/09/2011

Via assolutamente da ripetere. Per chi volesse avvicinarsi al Wenden, come quarta via dopo Paspartout, Excalibur, la vicina Sonnenkonig. La roccia è stupenda a parte dove si rompe in corrispondenza di fessure e tettini. La chiodatura tipica del Wenden e cioè da nervi saldi. 5 spit massimo per tiri fino a 50 m. su una roccia difficile da leggere per chi non è abituato come non lo ero io (si tratta di risolvere rebus ogni volta concatenando buchi e piccole concrezioni per i piedi) e spit mai sul passaggio ma dove gli apritori riuscivano a trapanare, ne fanno un’arrampicata estremamente severa che richiede margine. Il volo non è da considerare. Un coltello è dei cordini già preparati lunghi 50 cm. sono da consigliare per sostituire quelli più logori (ce ne sono una ventina sulla via ma quelli più disastrosi sono 4-5). Noi abbiamo usato una serie completa di friends dallo 00 al 2 (usato una volta nel terzo tiro). Con un Tricam 1 e 00 si pososno evitare i nuts. Schweitz Extrem è la guida più bella, Band è superata. I gradi forniti da questa relazione non sono nè UIAA nè francese. Rimando alla vera tabella di conversione per capire che questo genere di commenti personalizzati crea solo confusione. Se si vuole usare la UIAA si usano i numeri romani e si fa attenzione che il 6c+ sia un VIII- (tiro chiave) e un 7b sia un IX-. La via quindi non è 7b ma 6c+ (anche se opinabile). I gradi dati sono comunque mediamente sempre stretti ma l’arrampicata da urlo ti fa vivere un’avventura unica su queste pareti incredibili. Il consiglio che posso dare è che la linea di salita non collega mai una protezione all’altra ma bisogna giocare d’astuzia e istinto per leggere a dx, sx, sotto e sopra il modo per arrivarci. Buona avventura!

Link copiato