Verra (Monte Rosso di) da Saint Jacques per il Palon di Resy

Verra (Monte Rosso di) da Saint Jacques per il Palon di Resy
La gita
andrea81
5 01/11/2017
Accesso stradale
ok fino a Saint Jacques

Partenza mattiniera da Saint Jacques per godermi appieno la bella giornata prevista, seguito il comodo sentiero molto redditizio che in 1h30′ mi ha portato sulla sempre bella cima del Palon di Resy, da cui oltre alla gran veduta sul Monte Rosa si può cercare di capire il percorso per il Monte Rosso di Verra. Dal Palon ho seguito la dorsale erbosa verso nord (ometti e tracce) per poi scendere per un pendio erboso sino alla base del Monte Rosso. Sinceramente credo sia la scelta migliore, perchè è il modo più diretto e meno faticoso per arrivare alla meta.
Dal ripiano anzichè proseguire a destra verso i laghi, ho salito comodi terrazzi di erba e rocce, spostandomi progressivamente verso il centro del pendio sovrastante, sbucando sull’ampia spianata erbosa che interrompe la parete del Monte Rosso di Verra. Da qui molti ometti guidano il percorso, comunque abbastanza logico, che si mantiene sul bordo sinistro della montagna sino a raggiungere praticamente il crestone sud-ovest; qui si sale tra pietrame stabile e poi per una serie di placconate sino a giungere al famigerato “passaggio chiave”, dove alcune delle relazioni precedenti facevano pensare si trattasse di una passaggio delicato, mentre invece si è rivelato oltre che facile piuttosto breve. Il camino roccioso non è esposto ed è ben appigliato, facili passaggi di I+ e forse uno di II, ma davvero si sale facilmente.Eventualmente in discesa si può optare per scendere molto più ad est dove alcuni ometti guidano la discesa in un pendio-canalino di pietrame più instabile.
Salito il camino si sbuca sull’ampio pendio finale, facile pietraia di sfasciumi e terriccio sino alla spianata della cima, che è forse il punto panoramico più ravvicinato sul gruppo del Rosa.
Discesa fino al pianoro erboso a 2700 m dal percorso di salita, qui poi deviato a sinistra per toccare i bellissimi laghi (prima patina di ghiaccio) raggiunti velocemente tramite un incassato canalino di ghiaioni e poi di erba. Dai laghi proseguito in direzione sud per bei prati dove una miriade di stambecchi pascolavano indisturbati, quindi seguendo il corso di un ruscello attualmente secco, ho individuato il passaggio per scendere nel vallone sottostante (discesa un po’ a vanvera). Raggiunta la stradina sottostante in breve a Resy e quindi a Saint Jacques.

Bella escursione a me è piaciuta molto e pare essere a torto poco frequentata, nonostante la mancanza di un vero sentiero non è una salita difficile. I 1450 m di dislivello sono molto diretti (percorso di sola andata dal Palon di Resy poco meno di 6 km).
Nessun incontro umano in tutto il giorno, salvo gente avvistata sul Palon di Resy. Colori e panorami stupendi, temperatura sempre elevata.

Link copiato