Veliki Kabao (o Zubacki Kabao) da Vrbanj per la sella dell’Orjen (Orjen Sedlo)

Veliki Kabao (o Zubacki Kabao) da Vrbanj per la sella dell’Orjen (Orjen Sedlo)

Dettagli
Dislivello (m)
900
Quota partenza (m)
1000
Quota vetta/quota (m)
1894
Esposizione
Sud-Ovest
Grado
E
Sentiero tipo, n°, segnavia
strada sterrata nel bosco poi sentieri

Località di partenza Punti d'appoggio
rifugio Orjen Sedlo

Avvicinamento
Da Herceg Novi si prende la strada per Trebinje. Dopo alcuni km si prende a destra per Krusevice una strada più stretta. All'ingresso nel piccolo villaggio a un bivio si tiene la destra e una strada ancora più stretta sale a tornanti fino a Vrbanj. A un incrocio a T presso un ristorante finisce l'asfalto.
Note
Escursione al punto più alto della catena del'Orjen, il massiccio calcareo suddiviso tra Montenegro, Bosnia Hercegovina e con qualche propaggine in Croazia che domina la zona di Dubrovnik e della Boka Kotorska.
Escursione piuttosto semplice per strade e sentieri nel bosco e un tratto finale lungo la cresta su buona traccia. Panorami ampi sugli altopiani del Montenegro interno.
Descrizione

Da Vrbanj si prosegue seguendo i cartelli sulla strada sterrata di destra che inizia pianeggiante e in breve prende a salire lungamente per radure e poi per un bosco fitto di faggi e in alto di pini di Bosnia. Dalle mappe sembra possibile prendere un sentiero che sale più diretto sul costone più a destra, ma venendo da valle non è stato possibile reperirlo.
Nella parte alta si recupera il sentiero di cui sopra che permette di tagliare alcuni tornanti e di raggiungere più brevemente l’ampia sella dell’Orjen (Orjen Sedlo), dove si trova un rifugio aperto su prenotazione e ci si affaccia panoramicamente sul versante opposto.
Dalla sella si lasciano a destra le indicazioni per le varie mete e traversate possibili, e si segue un sentiero verso sinistra lungo la cresta che conduce alla meta (visibile).
Il sentiero sempre segnalato si mantiene prevalentemente sul versante sud (sinistra della cresta) e ha qualche saliscendi, in ogni caso dopo un’anticima si sale il pendio finale punteggiato da alberi piegati dal vento, poi con un giro sulla destra si raggiunge facilmente la vetta. Ampio panorama.
Discesa sulla via di salita.

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
il-bruno
12.09.2015
5 anni fa
Link copiato