Tronche (Tète de la)da Villair, giro della Val Sapin

Tronche (Tète de la)da Villair, giro della Val Sapin
La gita
brunello-56
5 14/12/2014

Oggi meta la Val Sapin, non per fare l’anello descritto dall’ itinerario ma arrivare almeno al colle. Approfittando dello scarso innevamento (ma scarso davvero …) ci si era dati un programma “razionale”: salita sul sentiero 43 da Villair fino ad una quota notevole sotto il Col Sapin per poi fare l’ultimo strappo sulla neve con le racchette. Sono quindi partito con tutto l’armamentario, meno che con quello che oggi serviva davvero: i ramponi. Infatti se si sale bene su terreno scoperto fino al bivio dei sentieri 43-44 (quello per il colle di Liconi), dopo inizia la neve a macchia di leopardo sul sentiero che nasconde il sottostante ghiaccio; il canalone che precede gli alpeggi del Curru è critico in quanto tutto ghiacciato e non mi sono fidato ad attraversarlo con le sole ciaspole: così questo è stato il punto di ritorno.
Comunque una bella sgambata (con l’inutile zavorra delle ciaspole), ancora dal sapore escursionistico, in una giornata dal meteo non eccezionale ma neanche brutta come la si dipingeva: fredda alla partenza, ma poi piacevole. Ovviamente nessuno sul sentiero, solo cacciatori sulla sterrata tra La Trappa e Chapy.

Naturalmente con l’immancabile Frank che oggi ha trovato il sentiero pulito ma anche la neve per lasciarsi scivolare e scavare la sua truna: meglio di così ….

Link copiato