Trois Evechés (Pic des) couloir NO

Trois Evechés (Pic des) couloir NO
La gita
fedeneg
5 30.12.2006
Accesso stradale
possibile in auto fino alla borgata di Pré Rond (si risparmiano 40')
Osservazioni
Nessuno
Quota neve m
2000

Insieme al gotha del ripido degli ultimi 35 anni: il mitico Bruno Kanalin Terzolo, Andrea Schenone, Mario Monaco ed Enzo Ala.
La sera del 29 tutti da me a Bardonecchia, non prima di aver recuperato dal Bumbum una casco per proteggere la mia testa un po’ sbadata…
Pre festeggiamento di fine anno con panettone e spargimento di genziana e genepì, poi si passa al 30.
Grande emozione per me, prima gita in vita mia col mitico decano del ripido, Kanalin, che faceva già ripido quando alle elementari la maestra mi faceva fare le caravelle col guscio delle noci e la mollica di pane…
Altra notizia fondamentale: THE GURU IS BACK!!!!
A meno di due mesi dall’intervento al menisco, il grande Guru, al secolo Enzo Ala, ricomincia alla grande con un 5.1 e 900 metri di canale in neve dura. La classe non è acqua.
In salita il trattore Mario monaco liquida il canale in 1 ora e mezza; quando noi arriviamo su lui potrebbe essersi già fatto un’altra mezza gita.
Convince tutti a salire dalla sella verso la punta, ma io ed il Guru decidiamo che quei 15 metri in più non sono il massimo per le lamine, quindi riprendiamo dalla selletta.
Ah. in salita ci si è accodato un simpatico ragazzo francese di Thonon, Olivier, con un tavolone rosso. Simpatico, ma faccia molto preoccupata.
La neve è dura su tutto il canale, ma il grip sempre ottimo. Sembra che rispetto a ieri, sulla base dei racconti, sia persino rinvenuta, non più liscia, ma sempre ben grotoluta.
In discesa attenzione in partenza alle divagazioni dal canale, che potrebbero portare a sfondare la crosta di colpo.
Olivier: scendo-non scendo-scendo non scendo-scendo-non scendo.
Raga… se non vi allontanate troppo scendo.
Non ci allontaniamo.
Gran discesa per tutti, con un minimo di preoccupazione per la tavolona di Olivier, costantemente sulle nostre teste, che tra una derapata e l’altra curvava lanciandoci delle bignole da qualche chilo l’una.
Alla fine tanto divertimento per tutti, incredibile Guru e soprattutto il suo ginocchio, gli altri come sempre perfetti.
Complimenti anche all’Olivier di Skirando, che alla fine di riffa o di raffa si è portato a casa il canale.
Brindisi all’auto con tutti, Olivier compreso, che ha promesso che in cambio della compagnia in discesa ci farà conoscere le sue cuggine rumene.
Ammirevole Mario, che ha accompagnato il brindisi con un baracchino pieno di tagliatelle già cotte, fredde, condite con simil tartufo.
AAUGURI!!!!!

Link copiato