Traversata da Caldirola a Carrega Ligure

Traversata da Caldirola a Carrega Ligure

Dettagli
Dislivello (m)
1600
Quota partenza (m)
1000
Quota vetta/quota (m)
1700
Esposizione
Tutte
Difficoltà sciistica
MS
Tipologia
Su dorsale

Località di partenza Punti d'appoggio
Ristorante Capanne di Cosola

Avvicinamento
Da Tortona proseguire per la località di Caldirola (Val Curone), giunti all'abitato proseguire fino alla frazione La Gioia dove si trova la Funivia che sale al mt.Gropà.
Descrizione

Dal piazzale della funivia risalire la pista numero 3 fino a quando devia verso destra (grossa pianta che divide in due rami la pista), da qui inoltrarsi a sinistra nel bosco (evidente passaggio)e risalire abbastanza verticalmente fino in cresta,svoltare a sinistra e proseguire sempre in cresta fino alla cima del mt Panà (1599), segue il mt Cosfrone(1667), breve discesa per poi risalire sulla cima del mt Ebro(1700). Da qui togliere le pelli e sciare l’evidente costone esposto a ENE fino al limite del bosco, scendere a E ancora un bel pendio fino alla strada che sale alla sella evidente tra Ebro e Chiappo (Bocche di Crenna 1518).
Ripellare salire quindi alle Bocche e per cresta alla cima del Chiappo (1699). Togliere le pelli tornare un poco indietro sulla cresta appena percorsa e scendere nella bellissima valletta a SW fino a circa 1450, ripellare e riguadagnare la cresta,togliere le pelli e scendere in direzione S fino al valico di Capanne Di Cosola (albergo ristorante Capanne Di Cosola).
Da qui aggirare a sinistra il ristorante e proseguire sempre in direzione S (si seguono i segnavia CAI rosso/bianco) attraversare un piccolo boschetto e portarsi sulle cime del Cavalmurone(1672)e Legnà(1669).
Da qui sciare sull’evidente dorsale e risalire sulla cima successiva, il Poggio Rondino(1630), togliere ancora una volta le pelli e scendere per poche centinaia di metri,ripellare e risalire, anche nel bosco, sempre seguendo i segnavia CAI, fino a trovarsi nell’ultimo tratto di cresta un po ripida che conduce direttamente alla sommità del mt. Carmo (1643).
A questo punto togliere per l’ultima volta le pelli per godersi la discesa del bel pendio in direzione W (dopo il primo tratto giunti ad un punto dove la pendenza diminuisce deviare leggermente a destra WNW per passare in un corridoio molto ampio tra il bosco).
Giunti a quota 1275 circa deviare a sinistra e seguendo un’evidente stradina si arriva alla Stalla a quota 1180 dove si incrocia la SP147 che sale da Carrega Ligure. Da qui si può ritornare a Caldirola per l’itinerario appena percorso(sconsigliato) oppure tornare in auto passando per l’abitato di Carrega,Cabella Ligure, Cantalupo Ligure deviando a destra per Giarolo, Morigliassi e poi Caldirola.

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
valerio82
08.03.2014
7 anni fa

Tracce (1)

Link copiato