Tersiva (Punta) da Gimillian

Tersiva (Punta) da Gimillian
La gita
freehagi
5 31/07/2022

Dopo un pranzo al sacco sulla panchina di fronte alla fontana di Cogne ed alla splendida vista dei ghiacciai della testata della Valnontey, purtroppo in questi giorni molto sofferenti, siamo risaliti a Gimillan in auto ed iniziato la salita verso il rifugio Grauson. Nonostante la giornata calda un leggero venticello ha agevolato la progressione. Durante la salita al rifugio prestare attenzione alle bici che scendono nel vallone del Grauson dopo aver risalito il vallone dell’Urtier e svalicato al passo dell’Invergneux.
Rifugio nuovissimo inaugurato solamente due anni fa. Camerate che sembra di essere in un hotel. Cena ottima ed abbondante e personale molto simpatico ed accogliente.
Domenica mattina colazione alle 5:30 e partenza con calma verso le 6:15 all’imbrunire. Fino al bivacco Muggia-Glarey si sale seguendo un bel sentiero (noi abbiamo tralasciato la deviazione verso il bivacco per dirigerci verso il colle dell’Invergneux e poi salire a sinistra per ricongiungerci al sentiero poco prima del bivacco). Dal bivacco si inizia a salire la morena a sinistra del rimanente ghiacciao del Tessonet seguendo i vari omini di pietra. La salita si svolge sempre su traccia di pietrisco per cui la progressione risulta sempre agevole. Già l’arrivo al colle merita la salita per il bel colpo d’occhio che si ha sulla Val Clavalitè. Ultima parte di cresta ripida ma con breve sviluppo.
Dalla cima giornata incredibilmente nitida con vista che spazia sulle principali montagne della Valle d’Aosta e delle Alpi Occidentali da Superga, al Monviso alle Marittime.
Anche la discesa è stata molto remunerativa per i bei colori del vallone del Grauson con delle spettacolari fioriture soprattutto delle zone accanto al torrente che nasce dal ghiacciaio. Fioriture gialle intense e rosa che abbiamo potuto ammirare bene in quanto abbiamo lasciato la traccia per dirigerci nella sinistra orografica del vallone ed accorciare così la discesa raggiungendo il sentiero di salita poco prima del bivio dove parte il sentiero in salita per il rifugio Grauson.
Breve sosta alle baite del Grauson Inferiore e poi arrivo al parcheggio.

Un saluto ad Alessandra e Stefano di Gressoney conosciuti la sera prima in rifugio e con cui abbiamo condiviso la salita e parte della discesa. Con Leti che una volta giunti alla macchina è ritornata di corsa a recuperare i bastoncini dimenticati circa 150 metri di dsl sopra aggiungendo così un po’ di km e dsl alla già lunga gita.

Link copiato