Soubeyran (Monte) o Tete de l’Alp da Saretto

Soubeyran (Monte) o Tete de l’Alp da Saretto
La gita
cagnas
4 16/03/2013
Osservazioni
Visto valanghe a pera esistenti
Neve (parte superiore gita)
Farinosa ventata
Neve (parte inferiore gita)
Primaverile/trasformata
Quota neve m
1400
Equipaggiamento
Snowboard/Split

Un ringraziamento speciale all’irruzione artica del giovedì che ci ha regalato questa giornata gelida in quota ottima per la pratica dello scialpinismo.
partiti alle 9.20 dalla macchina arrivo al colletto a 30 mt dalla cima alle 13.40!!
caldo sul primo pedio a est poi all’ombra nel vallone.. polo nord ma niente vento
dai 2000 non una traccia e si batte alternati in ottima farina (30-40 cm) con le ciastre.. arrivati alla croce di caraglio io proseguo la battitura fino al colletto nel canalone nord (fatica immane da soli), samu si ferma e mio fratello và al sole sulla costiera che parte dall’aiguille de barsin.
gli ultimi 50 mt di salita sono una tortura, si sprofonda fino alla vita e in alcuni punti anche più giù comunque paesaggio mozzafiato.
in discesa le strade si dividono:
– io il canalone nord del soubeyran in farina e pendenze da urlo (la sciata più bella della stagione) e poi la variante nel canale a sinistra della croce di caraglio (neve molto dura)
– samu riscende dalla normale di salita su farina fino a grange pausa
– il frel invece scende una bella e ripida linea sulla costiera nord dell’aiguille de barsin .. da panico!!
Super ambiente e super neve !!
con la tavola si stacca 2 volte in discesa causa falsipiani

con frel e samu d’savian

Link copiato